Mini pavlova al FiordiFrutta fragole e fragoline di bosco Rigoni di Asiago

Le migliori ricette arrivano sempre per caso: sperimentare, tentare, riprovare e fallire sono la base delle migliori preparazioni che ho presentato in questi ultimi anni. E la ricetta della Mini pavlova al FiordiFrutta fragole e fragoline di bosco Rigoni di Asiago è una di queste!



Origini della Pavlova
Mini pavlova al FiordiFrutta fragole e fragoline di bosco Rigoni di Asiago



A dispetto di quello che si pensi, questo dolce è una prelibatezza australiana. Si narra che sia stato inventato per la ballerina Anna Pavlova, durante un tour in Nuova Zelanda all'inizio del novecento. 

Il suo impasto è similare alle meringhe con una base morbide al suo interno e un friabile croccante all'esterno.  

Il trucco e il segreto è la cottura: lenta e a bassa temperatura. 
Non c'entra la tipologia di forno che si adopera, le parole d'ordine per avere una gustosa pavlova sono lentezza e pazienza.

Vediamo allora la ricetta della Mini pavlova al FiordiFrutta fragole e fragoline di bosco Rigoni di Asiago 



  • Ingredienti la base: 4 albumi , 110 g di zucchero a velo, 110 g di zucchero semolato, il succo di un limone. 
  • Per la farcia: un barattolo di FiordiFrutta Rigoni di Asiago alle fragole e fragoline di bosco o gusto a scelta. 



  • Preparazione: montare con la frusta o con la planetaria gli albumi con il succo del limone, incorporando poco alla volta prima lo zucchero semolato e poi lo zucchero a velo. 
  • Il composto dovrò essere montato fino a quando non appare similare alla panna montata e il trucco per capire se è pronto è quello di vedere se girando la ciotola, scivola fuori. 
  • Se rimane fermo, allora è pronto per essere usato. 
  • Preriscaldate il forno a 110/120 °
  • Utilizzando una sac a poche disponete il vostro composto a piccoli cerchi su una placca da forno, ricoperta di carta apposita. 
  • La forma la potete scegliere voi ma  'attenzione che la meringa tende a smontarsi subito.
  • Riponete al forno per due alla temperatura non più alta di 110/120° e successivamente a forno spento e sportello aperto per ulteriori 30 minuti. 
  • Lasciate raffreddare le mini pavlove e successivamente con l'aiuto di un cucchiaio, versare la composta alle fragole e fragoline al centro.  

Pronte per essere gustate in un morso solo ! Per questa ricetta abbiamo utilizzato il gustosissimo FiordiFrutta ma le pavlove hanno diversi modi per essere assaggiati come l'aggiunta di frutta fresca, di panna montata o di svariate creme che incontrano il vostro piacere. 

Usare la fantasia non è mai stato cosi facile. Parola di Sabrina !! 








*La ricetta che trovate in questo post datato 2016 è stata leggermente modificata in data 21 giugno 2018



Commenti

Post popolari in questo blog

Tenerina di zucca e amaretti

Un viaggio al centro delle Alpi: il Forte di Bard

Parco Nazionale del Gran Paradiso: Cogne e le cascate di Lillaz