Crema fritta croccante e gustosa


Servito come dolce, antipasto o come contorno, la crema fritta ha origini lontane nel tempo e dalle innumerevoli provenienze regionali. A Venezia viene assaggiata solo durante le ricorrenze cristiane, nelle Marche è un mix di altrettante eccellenze come le olive, i carciofi, le zucchine mentre quella che vi presento oggi, la tipica crema fritta bolognese può essere mangiata sempre e in qualsiasi momento vi appare più consono nell'arco della giornata. 



Bologna e la sua crema fritta
La crema fritta bolognese


Crema fritta bolognese: 
ricetta classica e tradizionale 




  • Ingredienti  per la crema :150 g zucchero semolato, 4 uova, 100 g farina 0, 1 limone, 250 ml latte
  • Ingredienti per la crema fritta: 1 tuorlo d'uovo, 80 g pane grattugiato, 20 g farina 0, olio da frittura q.b. 
  • Zucchero a velo q.b


  • Preparazione della crema: in una ciotola capiente rompete un uovo intero e tre tuorli aggiungendo lentamente lo zucchero che andrete a sciogliere con l'utilizzo di una frusta. 
  • Versate la farina setacciata e unite poco alla volta il latte mescolando in senso orario. 
  • Aggiungete la buccia di un limone (dopo averlo lavato e asciugata accuratamente).
  • Travasate il composto in un pentolino antiaderente e ponetelo sul fuoco medio continuando a mescolare fino a quando la crema non si addensa. 
  • Attenzione girate sempre in senso orario e cercando di staccare la crema dal fondo della pentola per non rischiare che si attacchi e si bruci. 
  • Coprite una teglia con bordo alto circa 1 cm con della pellicola e versate la crema che si è addensata. Chiudete la parte superiore della teglia con altrettanta pellicola e lasciate raffreddare.
  • L'utilizzo della pellicola non permette all'aria di entrare e formare quella fastidiosa crosticina che non utilizzerete per il vostro piatto. 

  • E ora andiamo a friggere la crema bolognese: togliete la pellicola trasparente e andate a tagliare a quadrattini il composto di crema. 
  • In una ciotola rompete il tuorlo dell'uovo, e in altre due il pane e la farina. 
  • Passate i quadrattini nell'uovo poi nella farina e successivamente nel pane grattugiato. 
  • Portate a temperatura l'olio da frittura e andate a friggere i quadrattini di crema girandoli con delicatezza e scolandoli dalla frittura una volta che li vedete dorati.
  • Riponeteli ad asciugare nella apposita carta per frittura e spolverate di abbondante zucchero a velo.





Questa variante emiliana della crema fritta la potete trovare sia nelle case o nei vari locali bolognesi (e non solo!) ma anche come assaggi in fiere del settore dove il finger food sta prendendo piede sempre più. Noi l'abbiamo riassaggiata nei giorni scorsi a Vignola dove si teneva la sagra delle ciliege e nonostante fossimo in territorio modenese, la specialità tipicamente bolognese ci ha conquistato. 

E infatti questo post è stato rielaborato, modificato in data 04 giugno 2018 ma oggi come ieri, questa ricetta è sempre amata in casa. 

Sabrina 

Commenti

Post popolari in questo blog

Tenerina di zucca e amaretti

Un viaggio al centro delle Alpi: il Forte di Bard

Parco Nazionale del Gran Paradiso: Cogne e le cascate di Lillaz