Post

Visualizzazione dei post da Aprile, 2014

Sono le cinque .. è il momento di un delizioso thè

Immagine
Non avevo dubbi che al Capo, l'idea di Parigi di cui parlavo qui (e se volete lasciare il vostro parere ne sono veramente felice) non è andata a genio, quindi la soluzione è Londra. Quando penso a Londra mi vengono in mente tantissime cose e ultimamente in particolare, grazie a Ciopi e al suo Max & Ruby penso all'ora del thè! Non sono una sapientona di thè e tisane quindi per farlo mi sono affidata ai migliori in questo campo: l'azienda Patrizio Breseghello


L'esperienza di vent'anni di questa azienda si può toccare con mano con i loro prodotti che sono di ottima qualità. Ho avuto modo di provare il loro Tè aromatizzato alla Vaniglia, l'integratore alimentare a base di erbe aromatiche alla camomilla e avere la casa invasa da un profumato pot pourry al muschio bianco. La zona di Casola Valsenio dove opera questa azienda, è famosa per le sue tematiche e coltivazioni aromatiche, dove spicca un meraviglioso Giardino delle erbe in senno alla Regione e che annovera…

Sono le cinque .. è il momento di un delizioso thè

Immagine
Non avevo dubbi che al Capo, l'idea di Parigi di cui parlavo qui (e se volete lasciare il vostro parere ne sono veramente felice) non è andata a genio, quindi la soluzione è Londra. Quando penso a Londra mi vengono in mente tantissime cose e ultimamente in particolare, grazie a Ciopi e al suo Max & Ruby penso all'ora del thè! Non sono una sapientona di thè e tisane quindi per farlo mi sono affidata ai migliori in questo campo: l'azienda Patrizio Breseghello


L'esperienza di vent'anni di questa azienda si può toccare con mano con i loro prodotti che sono di ottima qualità. Ho avuto modo di provare il loro Tè aromatizzato alla Vaniglia, l'integratore alimentare a base di erbe aromatiche alla camomilla e avere la casa invasa da un profumato pot pourry al muschio bianco. La zona di Casola Valsenio dove opera questa azienda, è famosa per le sue tematiche e coltivazioni aromatiche, dove spicca un meraviglioso Giardino delle erbe in senno alla Regione e che annovera…

Parigi VS Londra!! Chi vincerà?

Immagine
Ogni anno sotto il ponte della Liberazione e in vista del ponte del 1 maggio, con il capo nasce la discussione: dove andiamo? Viaggetto o casuccia? E ogni anno come al solito, si presenta la differenza di generi di viaggi che mette in crisi ogni vacanza: a me piace girare girare e rigirare, a lui piace spiaggiarsi come un tricheco. E siccome la vacanza scorsa siamo stati a rilassarci, questa volta tocca a me scegliere cosa fare e cosa non fare. Ed ecco che parte il convincimento alla località o alla città che io vorrei tanto visitare (per la seconda volta): Parigi! Metropoli in perenne lotta con una Londra di altro stampo fatta di pub e metro.  Ahhh Parigi con le sue stradine che sanno di cultura, arte e pittura, le sue crepes e le sue zuppe calde. E quando penso alla sua cucina - non la novelle cuisine - penso all'utilizzo di un certo contenitore per preparare i piatti fumanti della tradizione francese: la cocotte. Per non confonderci, specifico che quando si parla di cocotte in f…

Il gusto dei limoni ...

Immagine
La mia prima uscita da bambina senza i miei genitori è stata in gita a Napoli e a Caserta con la scuola. Il pullman di bambini urlanti, le canzoni dei cartoni animati che davano allegria a questa uscita che voleva dire libertà dai libri e dai genitori mi riportano a ricordi di affetto e gioia. La prima cosa che ho visto arrivando a Caserta, sono state le distese di giallo dei limoni che ne aumentavano la bellezza del suo territorio e da quel giorno, l'odore degli agrumi è rimasto in me come memoria visiva di grande impatto. Negli anni a venire non ho mai avuto occasione di tornare da quelle parti e non ho avuto modo di trovare la stessa intensità di gusto acidulo che i limoni casertani avevano lasciato nei piatti che ci erano stati proposti e spesso ho cercato, purtroppo nei supermercati della mia zona, senza successo lo stesso sapore, fallendo nel tentativo di ripercorrere quei momenti. Quando mi è stato proposto di provare i prodotti di Polenghi Group della linea de Il giardino …

Il gusto dei limoni ...

Immagine
La mia prima uscita da bambina senza i miei genitori è stata in gita a Napoli e a Caserta con la scuola. Il pullman di bambini urlanti, le canzoni dei cartoni animati che davano allegria a questa uscita che voleva dire libertà dai libri e dai genitori mi riportano a ricordi di affetto e gioia. La prima cosa che ho visto arrivando a Caserta, sono state le distese di giallo dei limoni che ne aumentavano la bellezza del suo territorio e da quel giorno, l'odore degli agrumi è rimasto in me come memoria visiva di grande impatto. Negli anni a venire non ho mai avuto occasione di tornare da quelle parti e non ho avuto modo di trovare la stessa intensità di gusto acidulo che i limoni casertani avevano lasciato nei piatti che ci erano stati proposti e spesso ho cercato, purtroppo nei supermercati della mia zona, senza successo lo stesso sapore, fallendo nel tentativo di ripercorrere quei momenti. Quando mi è stato proposto di provare i prodotti di Polenghi Group della linea de Il giardino …

Una giornata al mare col naso all'insù

Immagine
E anche questo ponte della Liberazione è passato. Domenica pomeriggio velato da nuvole, che promettono pioggia per la prossima settimana e le partite in televisione che ne scandiscono il ritorno alla normalità, riesco cosi a tirare le somme di questo lungo week end famigliare. La semplicità e il tempo rallentato sono stati i soggetti principale di questi tre giorni che, hanno visto i nostri piedi immergersi nell'acqua freddina del nostro mare e una piacevole  fritturina mista di pesce a completarne la genuinità dei gesti e delle azioni. Il mare, la sabbia e un gelatino gusto puffo - perchè al mare da noi c'è una gelateria che riesce a farlo come una volta con quel retrogusto di anice che è una rarità di gusti - con un partner di eccezioni ad accompagnarmi: Dean Juster 




Non vi aspettate da me foto in posa o outfit da fashion blogger perchè posso dirmi attenta a cosa indosso ma non mi piace mostrarlo in maniera eclatante ma sapere che sulla mia pelle, ci siano prodotti che diano …

Le mie ossessioni televisive

Immagine
Una delle mie passioni ed ossessioni [scusami Tonia ma ti rubo una parte del titolo del tuo blog] sono le serie televisive. Penso che questa mia mania sia nata ai tempi del Dottor Quincy, che fu il primo a scoprire tracce di omicidi con le sue tecniche scientifiche moderne per l'epoca, per poi passare alle varie famiglie dai Bradford ai Robinson passando per Casa Keaton o la più nota famiglia Cunningman di Happy Days, senza dimenticare la fase delle romantiche Gilmore [Una mamma per amica] o di Everwood. Insomma la mia passione per i telefilm con gli anni si è raffinata ed ha preso una piega imprevedibile grazie all'evento dei canali specializzati di Sky e all'invenzione di My Sky, che mi permette di registrarle e rivederle quando mi pare e quando ho tempo. La passione per i telefilm - in particolare americani, ma ho avuto un periodo di mania anche per le serie assurde britanniche come Primeval o Torchwood per dirne alcune - è sempre unita a un rituale di sgranocchiamento …

non è giusto!

Immagine
E anche quest'anno ci sono caduta in pieno. Aspetti tutto l'anno, brami il momento in cui aprirai quell'uovo di pasqua che hai accuratamente scelto fra tutti quelli esposti perchè sai che sarà quello giusto. Lo rigiri e lo rigiri fra le mani. Cerchi di carpirne il suono e la consistenza. Lo scegli colorato e di cioccolato purissimo al latte solo ed esclusivamente made in Italy. Aspetti e aspetti il momento in cui lo apri insieme ai tuoi bimbi perchè il cuore si riempie dei loro sorrisi di sorpresa. Finalmente arriva il momento di aprilo. Picchi sopra il cioccolato per romperlo. E ... E ... ti ritrovi una gomma da cancellare grande quanto dieci centesimi !!! Non è giusto! Basta non mi faccio più fregare dalle uova di Pasqua e dalle sue sorprese


non è giusto!

Immagine
E anche quest'anno ci sono caduta in pieno. Aspetti tutto l'anno, brami il momento in cui aprirai quell'uovo di pasqua che hai accuratamente scelto fra tutti quelli esposti perchè sai che sarà quello giusto. Lo rigiri e lo rigiri fra le mani. Cerchi di carpirne il suono e la consistenza. Lo scegli colorato e di cioccolato purissimo al latte solo ed esclusivamente made in Italy. Aspetti e aspetti il momento in cui lo apri insieme ai tuoi bimbi perchè il cuore si riempie dei loro sorrisi di sorpresa. Finalmente arriva il momento di aprilo. Picchi sopra il cioccolato per romperlo. E ... E ... ti ritrovi una gomma da cancellare grande quanto dieci centesimi !!! Non è giusto! Basta non mi faccio più fregare dalle uova di Pasqua e dalle sue sorprese


Hulaaa Hullaaaaa Hoooopppp!!!

Immagine
Per anni mi sono domandata il senso degli spot di una nota banca italiana dove il protagonista, che ne è anche il presidente, con un bastone gira un cerchio attorno a sè nella sabbia. Per anni mi sono domandata il senso di chiusura verso l'esterno che questo comportamento porta  ma adesso dopo due anni dalla nascita di Ciopi, ho finalmente capito. Entrare nel cerchio sperando che nessuno dall'esterno senta quello che dici e lo rivolti contro te stesso. Eh già perchè il solo pensiero di andare via per un weekend ha portato alla malattia mani piedi bocca e il solo ipotizzare, ad una Pasqua fuori porta, la bronchite. Con Il capo abbiamo deciso di fare un cerchio o metterci dentro a un hula hoop prima di decidere qualsiasi cosa anche fare colazione al bar. Si lo so! molte diranno leggendo questo mio sfogo che è cosi quando si hanno dei figli e va bene ma posso dare libero sfogo alle mie costernazioni ?? Il blog è nato per questo tutto sommato - e va beh ha preso un altra piega ma …

Hulaaa Hullaaaaa Hoooopppp!!!

Immagine
Per anni mi sono domandata il senso degli spot di una nota banca italiana dove il protagonista, che ne è anche il presidente, con un bastone gira un cerchio attorno a sè nella sabbia. Per anni mi sono domandata il senso di chiusura verso l'esterno che questo comportamento porta  ma adesso dopo due anni dalla nascita di Ciopi, ho finalmente capito. Entrare nel cerchio sperando che nessuno dall'esterno senta quello che dici e lo rivolti contro te stesso. Eh già perchè il solo pensiero di andare via per un weekend ha portato alla malattia mani piedi bocca e il solo ipotizzare, ad una Pasqua fuori porta, la bronchite. Con Il capo abbiamo deciso di fare un cerchio o metterci dentro a un hula hoop prima di decidere qualsiasi cosa anche fare colazione al bar. Si lo so! molte diranno leggendo questo mio sfogo che è cosi quando si hanno dei figli e va bene ma posso dare libero sfogo alle mie costernazioni ?? Il blog è nato per questo tutto sommato - e va beh ha preso un altra piega ma …

Buona Pasqua

Immagine
Sabrina, Davide, Pippo e Ciopi  augurano ai viaggiatori de  I viaggi di Ciopilla  una

Buona Pasqua

Immagine
Sabrina, Davide, Pippo e Ciopi  augurano ai viaggiatori de  I viaggi di Ciopilla  una

[Contest] Leonessa Coast to Coast

Immagine
L'ultima volta che ho pensato di fare un viaggio con il Capo è stato quando dai meandri dei nostri cassetti dei sogni, è sbucato il Coast to Coast lungo la route 66 negli Stati Uniti. Non avrei mai pensato di fare un altro tipo di viaggio ma nella mia meravigliosa terra: l'Italia e grazie al pastificio artigianale Leonessa.  In collaborazione con il sito Gusto mediterraneo e i relativi social networks associati, parte il contest che vedrà coinvolti i maggiori blog di cucina che si sono proposti. Ed ecco che dentro a una simpatica confezione bianca e blu, abbiamo trovato un pacchetto di spaghettoni e uno di maruzze tipica pasta legata alla tradizione napoletana e infilando il grembiule in dotazione siamo partito per un viaggio alla ricerca della ricetta regionale che faceva al caso nostro. 


Pensare a una ricetta di mare per me non è stato facile: sono emiliana doc e qui il mare dista a una settantina di km, dove la Romagna si unisce con la nostra Emilia in un miscuglio di culture…

[Contest] Leonessa Coast to Coast

Immagine
L'ultima volta che ho pensato di fare un viaggio con il Capo è stato quando dai meandri dei nostri cassetti dei sogni, è sbucato il Coast to Coast lungo la route 66 negli Stati Uniti. Non avrei mai pensato di fare un altro tipo di viaggio ma nella mia meravigliosa terra: l'Italia e grazie al pastificio artigianale Leonessa.  In collaborazione con il sito Gusto mediterraneo e i relativi social networks associati, parte il contest che vedrà coinvolti i maggiori blog di cucina che si sono proposti. Ed ecco che dentro a una simpatica confezione bianca e blu, abbiamo trovato un pacchetto di spaghettoni e uno di maruzze tipica pasta legata alla tradizione napoletana e infilando il grembiule in dotazione siamo partito per un viaggio alla ricerca della ricetta regionale che faceva al caso nostro. 


Pensare a una ricetta di mare per me non è stato facile: sono emiliana doc e qui il mare dista a una settantina di km, dove la Romagna si unisce con la nostra Emilia in un miscuglio di culture…

[A volte ritornano] Shampoo tutti i giorni

Immagine
[A volte ritornano] le sfide di "ricerchiamo lo shampoo perfetto" per i miei capelli ribelli. Dopo aver provato svariati prodotti per la mia capigliatura e di essere incappata in uno shampoo altamente pericoloso, nonostante esso sia usato dai maggiori parrucchieri e che il suo brand viene considerato uno dei migliori nel suo genere, sono stata insicura dell'uso di altri prodotti similari per le successive prove. E cosi il primo pensiero al momento in cui mi è stato proposto dall'azienda Caap 3 la loro lozione anticaduta è stato assolutamente di rifiuto - per chi se lo fosse perso QUI trovate le mie impressioni del momento - trovando lo shampoo adatto a mia mamma e il suo perdersi nel lavandino ad ogni lavaggio. La sfida con Silvia, responsabile marketing dell'azienda Caap3 è partita il momento in cui hanno letto la mia recensione per la lozione anticaduta e la mia sfortunata prova shampoo con un altro prodotto non venduto da loro. E cosi la gentile Silvia, mi ha …

[A volte ritornano] Shampoo tutti i giorni

Immagine
[A volte ritornano] le sfide di "ricerchiamo lo shampoo perfetto" per i miei capelli ribelli. Dopo aver provato svariati prodotti per la mia capigliatura e di essere incappata in uno shampoo altamente pericoloso, nonostante esso sia usato dai maggiori parrucchieri e che il suo brand viene considerato uno dei migliori nel suo genere, sono stata insicura dell'uso di altri prodotti similari per le successive prove. E cosi il primo pensiero al momento in cui mi è stato proposto dall'azienda Caap 3 la loro lozione anticaduta è stato assolutamente di rifiuto - per chi se lo fosse perso QUI trovate le mie impressioni del momento - trovando lo shampoo adatto a mia mamma e il suo perdersi nel lavandino ad ogni lavaggio. La sfida con Silvia, responsabile marketing dell'azienda Caap3 è partita il momento in cui hanno letto la mia recensione per la lozione anticaduta e la mia sfortunata prova shampoo con un altro prodotto non venduto da loro. E cosi la gentile Silvia, mi ha …