Ogni soluzione genera nuovi problemi

Alcune settimane fa, guardandoci negli occhi con Il Capo, abbiamo preso la decisione di sposarci. Una scelta per il futuro dei nostri figli e per una serenità collettiva soprattutto dei nonni. Lo abbiamo deciso in punta di piedi e lo abbiamo condiviso solo con quelli che saranno i nostro testimoni. Vuoi per scaramanzia e vuoi per quella diffidenza di base, abbiamo evitato di dirlo alle rispettive famiglie. Nelle leggi di Murphy esistono tantissimi esempi legati alla scaramanzia o alla sfortuna: Ogni soluzione genera nuovi problemi oppure Se si prevedono quattro cose che possono andare male, se ne esce sempre una quinta! E noi - cioè io e il Capo - non possiamo essere esenti dalla sfortuna. Solo pensato e forse sussurrato di convogliare a nozze, arrivano i primi problemi. Non è tanto l'organizzazione - ne ho organizzato già uno di matrimonio  che volete che sia uno fatto con pochi soldi e nessun invitato - quando il contorno della situazione famigliare. Mia madre dopo 67 anni di vita serena e senza malanni ha deciso di farsi venire una ciste e con tutti i posti che ha deciso di farla crescere è nell'occhio. Facile da individuare e da togliere? Assolutamente no! Ed ecco che il nostro pensiero di realizzare il matrimonio viene accantonato per un altro annetto e probabilmente anche quella vacanzina noi due da soli che tanto volevamo fare. Tiro un sospiro di sollievo e vado avanti. Sorridendo magari :)

Commenti

  1. Ohhhh nooooooo! Mi spiace! Ho iniziato a leggere il post e già stavo esplodendo negli auguri e poi? :( Spero che non dobbiate aspettare tanto... ti sono vicina, eh sì sorridere sempre è un buon scaccia guai, mica vogliamo dare soddisfazione al "male" che ci perseguita! ;)
    Forza!!! Prego che tutto si risolva al più presto. ♥

    RispondiElimina
  2. Che dire Sabrina, venisse alla sfiga una ciste nell'occhio....invece lei ci vede benissimo, eh? Da sfigatella ti dico che non può sempre averla vinta lei,e perciò su di morale che prima o poi le cose cominceranno a girare.
    P.S. E tanti auguri a tua mamma, invece.

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Un viaggio al centro delle Alpi: il Forte di Bard

Parco Nazionale del Gran Paradiso: Cogne e le cascate di Lillaz

Tenerina di zucca e amaretti