Ho commesso un reato!








Ho letto il diario di mio figlio! Ma lo giuro! Giudice! Non l'ho fatto apposta. Era li. In bella vista sulla  scrivania che mi guardava e giuro che mi pare di aver visto che mi faceva l'occhiolino. Per un istante ovviamente ma l'ho visto. Sono innocente! Non si può condannare una mamma che stava pulendo, tirando su i suoi calzini sporchi da sotto il letto - quello è reato e di quelli punibili con l'ergastolo - sistemando i suoi giochi sparsi ovunque e altrettanto pericolosi per chi di notte cammina scalza e lo va a coprire perchè si scopre sempre. Sono innocente, Vostro Giudice e si lo so! che la legge dice diversamente ma poi alla fine non c'era mica scritto chissà che di interessante: la formazione della Roma in una partita inventata con il Real Madrid, un paio di barzellette - che non ho nemmeno capito ma questo non glielo dica a Pippo - il disegno di un mostro con due teste. E va bene ho commesso un reato! Un reato da mamma che vuole sempre il bene per i suoi cuccioli. Mi punisca pure caro il mio Giudice! Mi prendo tutte le colpe e pure i calzini sporchi da sotto il letto.















Post popolari in questo blog

Tenerina di zucca e amaretti

Cascate del Bucamante: Un’oasi naturalistica sull'Appennino Modenese

Tenerina al cioccolato fondente: ricetta ferrarese