Muffin con cuore morbido alla pesca | I viaggi di Ciopilla I viaggi di Ciopilla - Food and Travel blog

venerdì 27 ottobre 2017

Muffin con cuore morbido alla pesca

Muffin con cuore morbido alla pesca è una scommessa. Una vera e propria sfida a chi è più brava a preparare questi dolcetti che si tengono con una sola mano e che si possono mangiare in un unico boccone. Nel mentre scrivevo la ricetta di questa produzione - che nasce per una scommessa  fatta a mia figlia - mi è venuta la curiosità di capirne le origini. Come molteplici ricette di ogni luogo e paese, è alquanto ambigua la sua provenienza ma si pensa a un prodotto tipicamente inglese di inizio settecento ma, anche su questa versione ci sono alcuni dubbi e in particolare sul termine stesso di muffin. Che siano di origini anglosassone, tedesche o francesi, poco importa al momento. Ciò che interessa è il suo gusto ed è qui che parte la scommessa con la cinquenne di casa.

Colpa mia! Ovvero colpa della fretta che mi ha portato ad acquistare in un noto discount italiano una confezione di muffin con gocce di cioccolato. Non metto in dubbio la bontà ma soprattutto la praticità che un bambino o un adolescente si ritrovino davanti a queste merendine confezionate, ma vogliamo metterci la genuinità degli ingredienti? E la ricetta dei Muffin con cuore morbido alla pesca ha origine da questa banale domanda e se un giorno cercherete la provenienza di tale tradizione, sappiate che è frutto di una semplice diatriba tra madre e figlia. 

Eh già! Al di là della genuinità della farina scelta - provenienza di un mulino certificato - o delle uova ancora calde, che acquisto solo ed esclusivamente dal contadino, sono assolutamente certa di offrire un ripieno alla pesca assolutamente adatto alla dieta seguita da un bambino. Abbiamo parlato spesso e ben volentieri dei prodotti di Rigoni di Asiago e non solamente perchè sia una delle selezionate foodblogger che hanno il piacere di provare in anteprima i loro prodotti ma perchè credo fortemente che siano di qualità superiore. In particolare adoro i loro FiordiFrutta che oltre ad avere miriadi di gusti per tutti i palati del mondo, sono soprattutto esenti da zuccheri raffinati o da altre diavolerie di conservazione. 

Il gelificante presente nella sua preparazione è una pectina naturale non modificata ed è esclusivamente estratta dalla buccia degli agrumi o dalle mele. In questo modo il sapore naturale della frutta rimane intatto e possiamo assaporarne il vero profumo come se fosse appena stata raccolta. 



Muffin con cuore morbido alla pesca
Muffin con cuore morbido alla pesca



Ingredienti per una teglia da 12 muffin: 380 g farina 0, 200 g zucchero semolato, 1 pizzico di bicarbonato e 1 pizzico di sale fino, 2 uova e 1 tuorlo,  180 g burro, 250 ml latte, 12 cucchiai di Fiordifrutta alla pesca. Zucchero a velo q.b.

Occorrente per cuocere i  muffin: teglia apposita da 12 alloggiamenti e altrettanti pirottini. In mancanza dei pirottino tenere da parte un pezzo di burro per imburrare la teglia. 

Preparazione: in un pentolino antiaderente fate sciogliere il burro e lasciatelo raffreddare per circa dieci minuti prima di utilizzarlo. 
Preparate in una ciotola gli ingredienti in polvere - farina, bicarbonato, zucchero e in una altra ciotola quelli liquidi come il burro raffreddato, il latte e le due uova con il tuorlo. In ambedue i casi mescolate bene per amalgamare gli ingredienti. 
Aiutandovi con una frusta elettrica o con la planetaria, incorporate la parte liquida con la farina e gli altri ingredienti, continuando fino a quando non avrete un composto senza grumi. 
Preriscaldate il forno a 180 gradi e imburrate la teglia o in caso abbiate dei pirottini aggiungeteli in ogni alloggiamento prima di procedere con il versamento del composto. Per ogni posizione bastano due cucchiai o al massimo tre, tenendo conto che non si è utilizzato nessun lievitante. 
E in ultimo è il turno del Fiordifrutta che va aggiunto con un cucchiaio lasciando che il composto lo avvolga e lo trattenga in cottura nel suo cuore morbido. 
Al forno per circa 20/25 e servire leggermente raffreddati con una spolverata di zucchero a velo se vi può piacere. 









E con una domanda veloce veloce vi saluto e vi do appuntamento alla prossima e ...... Secondo voi chi ha vinto la scommessa? 


Sabrina e Ciopi