Isola d'Elba - Itinerario di viaggio | I viaggi di Ciopilla I viaggi di Ciopilla - Food and Travel blog

giovedì 17 agosto 2017

Isola d'Elba - Itinerario di viaggio




Isola d'Elba



Sono anni che mio marito propone l'Isola d'Elba come meta per le vacanze estive e in questa estate particolarmente afosa, mi sono lasciata convincere prenotando una settimana ad agosto. Armati dei consigli offerti dalla amica/socia Sabina, abbiamo confermato una casa mobile presso il Camping Village Rosselba Le Palme che si trova nella zona orientale dell'isola, in località Ottone. Tra le opzioni offerte dalla direzione del campeggio, la possibilità di prenotare il traghetto che da Piombino Porto ci avrebbe accompagnato a Porto Ferraio, con uno sconto del 10% per la società di navigazione Blue Navy. Tempo di percorrenza  tra imbarco e  navigazione circa due ore. 
Un offerta che non ci siamo fatti scappare e utilizzando la prenotazione on line con il pagamento diretto in carta di credito, abbiamo evitato le inutili code per l'acquisto in loco del biglietto oltre che lo spiacevole inconveniente della mancanza di posto per noi e per la macchina. 

Consiglio di viaggio: chiedete sempre se prenotate in una struttura alberghiera o in un campeggio, se c'è una scontistica per il traghetto e utilizzate il servizio on line . Un ottimo  modo per risparmiare! 


Il primo sguardo dalla balaustra del traghetto Blue Navy, che da Piombino ci accompagnerà a Porto Ferraio, è quello dell'azzurro del mare e delle tantissime meduse che sembrano salutarci con i loro lunghi tentacoli. La presenza di questi animali planctonici secondo la credenza popolare è sinonimo di acqua pulita e nonostante alcune ricerche lo smentiscono, la visione di questi esseri marini affascina ugualmente noi e i bimbi. 

La stanchezza per le tre ore di viaggio in macchina e per le due ore di attesa della una nave in ritardo  passa  in un baleno appena i nostri occhi si posano sulla punta dell'isola che lentamente si mostra in tutta la sua selvaggia magnificenza. Piccole insenature di sabbia mista a sassi raggiungibili attraverso percorsi a piedi o solamente via mare, ci mostrano come questa località sia tutta da scoprire. Il colore predominante è sicuramente l'azzurro del mare ma anche il marrone della vegetazione che sembra proteggere i suoi abitanti in un abbraccio caloroso. 

Utilizziamo tutti i servizi offerti dalla società Blue Navy - tra cui il bar con un eccellente servizio di panini caldi e dalle svariate possibilità di scelta - e seguiamo le indicazioni degli steward per sbarcare con la macchina in piena sicurezza. E se dovessi dare un voto a questa compagnia di navigazione è sicuramente un dieci e lode soprattutto nei confronti dei bambini che sono il loro primo pensiero! Coccolati e viziati dalla televisione interna dove trasmettono i loro cartoni animati preferiti e dalle Hostess che offrono in regalo sia le matite da colorare che un piccolo libretto dove poterle utilizzare. 

Consiglio di viaggio: in estate la giornata di maggiore affluenza è il sabato e nonostante il numero di traghetti da/per l'Elba e la Sardegna è triplicato, i ritardi sono fisiologici. Se riuscite evitate di partire di sabato! 


Isola d'Elba



Non attendiamo oltre e una volta raggiunto il Camping ed eseguito il chek in, molliamo i bagagli e ci dirigiamo verso la prima spiaggia che vogliamo subito scoprire. Si tratta della spiaggia denominata dell'Ottone e che dista pochi minuti di camminata dal campeggio - si può usufruire anche del pulmino offerto dalla direzione ma la passeggiata in mezzo ai boschi e la discesa tra le rocce è veramente caratteristica. La spiaggia è una piccola insenatura nella parte orientale del Golfo di Portoferraio e dalla quale abbiamo una visione della parte antica della piccola cittadina portuale. 

La spiaggia è dominata da un imponente palazzo che ospita da anni un lussuoso albergo a cinque stelle (Palazzo dell'Ottone), il quale ha riservato uno spazio adibito agli ospiti con la possibilità di servirsi del pontile per un arrivo in barca o un uscita con il pedalò. 
Nessuna paura di essere cacciati via perchè il resto dell'insenatura  è a disposizione dei turisti che vogliono essere liberi di piantare il proprio ombrellone o semplicemente stendere il proprio telo mare in piena autonomia. Un servizio di noleggio canoe e una scuola di sub sono alcuni dei servizi offerti dal barettino gestito da un simpatico signore che ci accoglie con un sorriso educato ma soprattutto discreto. La parola d'ordine in questo luogo è tranquillità!

La spiaggia formata da sabbia mista a sassi (più quest'ultimi a dire il vero) con un acqua azzurrognola tendente al verde, ci appare fin da subito fresca e dal sapore di sale molto intenso. La sua pendenza è lenta e facile anche per i bambini che per la prima volta scoprono un mare non solo sabbioso ma ciottoloso. 
Per chi invece non ama particolarmente posare i propri piedi nei sassi può acquistare presso i market o  i supermercati della zona,   scarpine appositamente create per questa tipologia di spiagge.
Noi evitiamo di acquistarle, utilizzando la scusa della ghiaia nel mare per insegnare alla piccola di casa a nuotare senza braccioli, complice anche la delicatezza dell'acqua che scorre tranquilla e senza onde fastidiose che ne rovinerebbero l'armonia del momento. 


Isola d'Elba Spiaggia Ottone


Ci lasciamo cullare dal mare e dal venticello leggero che ci accarezza arrivando all'ora di cena in un battibaleno. Risaliamo così verso il campeggio dove ci aspettano sia i bagagli da sistemare che la scelta di non fermarci a seguire l'animazione serale, preferendo fare un salto a Porto Azzurro che dista nemmeno una mezzoretta dal Camping Rosselba Le Palme e di cui vi parlerò nella prossimo post dedicato a questa meravigliosa isola toscana. Ci tuffiamo letteralmente in un risotto di mare da urlo permettendo così di andare a letto stanchi e con la pancia piena oltre che soddisfatta. 

Elba è facilmente visitabile in ogni sua parte grazie alla curata rete stradale e alle indicazioni che permettono di non perdersi. Prima di partire alla scoperta di ogni singola spiaggia e di cui vi parlerò nel prossimo reportage, vi vorrei segnalare la guida indispensabile per godersi al meglio la perla azzurra dell'arcipelago toscano.

Elba Spiagge è una app scaricabile sia su Google Play che Apple Store che permette di avere informazioni dettagliate su ogni singola spiaggia ma anche il meteo del momento,  la presenza dei parcheggi (gratuiti o meno), i servizi presenti in loco, la facilità/difficoltà di raggiungere la località scelta. Tra le opzioni presenti vi segnalo la possibilità di scegliere se cerchiamo una spiaggia a misura di bambino o meno.


Consiglio di viaggio: non partire senza aver scaricato Elba Spiagge
E' un ottima applicazione che ti aiuterà a vivere serenamente la tua vacanza sull'Isola d'Elba 



Siamo giunti alla fine di questo primo itinerario di viaggio e se siete arrivati fino a qui vuol dire che la curiosità su come muoversi all'Elba, vi ha contagiato e non può che farmi piacere. Nelle prossime settimane vorrei mostrare le spiagge che abbiamo visitato e in particolar modo portarvi a spasso per Porto Azzurro. 


Alla prossima 

Sabrina