I viaggi di Ciopilla - Food and Travel blog

martedì 16 maggio 2017

Crumble di frolla farcita con fragole, fragoline di bosco e pera

Crumble di frolla farcita con fragole, fragoline di bosco e pera ovvero come una crostata può diventare altro di quello che ti immagini possa uscire! Sulla pagina di facebook - se non siete iscritti mi piacerebbe avervi come ospiti cliccando sul tasto mi piace a questo → link - si è creato un simpatico siparietto simile a un film comico riguardante la ricetta che vi presento oggi. Capita spesso che per una serie di motivi e in primis per colpa della temperatura del burro, la tanto amata/odiata pasta frolla, non prenda la consistenza che si vorrebbe e sprecare uova, farina con zucchero non fa per me. Ed ecco che viene in mio (e vostro soccorso!) l'alternativa anglosassone della torta conosciuta come crumble o la più nostrana della zona del mantovano conosciuta col nome di sbrisolona. Il film che si è creato ha avuto anche un titolo comico ovvero come volevo essere una crostata ma sono diventato un crumble! 


Il ripieno di Fiordifrutta



Se in origine il crumble era una torta al cucchiaio che veniva cucinata con la frutta matura, con gli anni è diventata una vera sfida gastronomica per tutti gli amanti delle torte ma soprattutto per gli anglosassoni che ne sono gli ideatori della versione più conosciuta ovvero dolce. 
Si! Perchè troviamo che la versione irlandese che altrettanto buona, ma totalmente salata, con l'utilizzo della verdura al posto della frutta. Veniamo però al più classico dei crumble. La base di frutta matura viene ricoperta dalle briciole di una pasta particolare di origine francese ovvero la pasta sablée. A differenza della nostra più classica frolla, l'impasto è composto dalla farina e dallo zucchero ma amalgamata con liquidi come il latte o l'acqua, oppure solo l'albume dell'uovo. La pasta francese è maggiormente usata in pasticceria per creare biscottini raffinati o piccole crostate che risultano più friabili e che si sciolgono in bocca. La particolare preparazione o semplicemente lo scherzo della frolla che non si è formata per colpa del burro non adatto, ha prodotto una versione  personale del crumble (non crumble) e che ho voluto farcire appositamente con il Fiordifrutta Rigoni di Asiago alle fragole e fragoline di bosco insieme al gusto pera. 



Rigoni di Asiago


Crumble di frolla farcita con fragole, fragoline di bosco e pera 


  • Ingredienti: 300 g farina 0, 150 zucchero semolato, 125 g burro a temperatura ambiente, 1 uovo intero, 1 tuorlo, 1 pizzico di sale. Farcia servono 1 vasetto di FiordiFrutta al gusto che piace oppure 1/2 vasetto per gusto da mischiare a piacere. 

  • Preparazione: in una terrina o su una spianatoia mescoliamo la farina con lo zucchero insieme a un pizzico di sale.
  • Sbricioliamo con le mani il burro e impastiamo creando con la farina e lo zucchero della sabbia
  • Preriscaldiamo il forno a 200 gradi
  • Aggiungiamo l'uovo intero e il rosso impastando grossolanamente e lasciamo che si formino piccoli grumi tipo sabbia che non andremo a solidificare ma lasciandoli così
  • Non avendo impastato la pasta frolla ma avendola lasciata in briciole, non abbiamo bisogno di tirarla per stenderla nella placca che utilizzeremo per cuocerla ma possiamo semplicemente versare uno strato sul fondo e premere leggermente con le mani per non formare dei buchi
  • Creiamo allo stesso modo un piccolo bordo che andrà a raccogliere il Fiordifrutta scelto e completiamo con una spolverata di briciole della frolla rimasta coprendone il più possibile ogni parte.
  • Al forno ben caldo per 20/25 minuti con una temperatura di 200 gradi è l'ideale ma sempre con un occhio attento che non si bruci in superficie
  • Raffreddare prima di servire 


Come avrete osservato questa non crostata è stata creata dal nulla e quasi per fortuna ma sicuramente buona e genuina grazie agli alimenti utilizzati, in primis il Fiordifrutta Rigoni di Asiago che tiene veramente bene la cottura e non essendo formato da acqua, mantiene inalterato la consistenza della pasta (frolla o meno) che abbiamo scelto di usare per la sua preparazione. Come solito prima di lasciarvi vi voglio ricordare che a me piacciono tanto i commenti e non esitate a lasciarli che vi rispondo ben volentieri.

Enjoy viaggiatori

Sabrina