I viaggi di Ciopilla - Food and Travel blog

lunedì 23 gennaio 2017

Torta salata con bieta, caciotta dolce e prosciutto cotto al naturale

Tra le verdure di stagione che sono solita acquistare in questo periodo c'è la bieta o bietola da coste. E' una verdura che ho imparato ad apprezzare negli ultimi anni, avendolo sempre trovata di un fastidioso gusto di terra ma con la giusta preparazione in bollitura, si possono fare tantissimi pranzetti o cenette che danno ricche soddisfazioni al palato. E' ricca di vitamina A, C e K ma soprattutto di acido folico che aiuta a metabolizzare il ferro e per chi come me ne è carente causa allergia o per forma di anemia, è un ottimo alimento naturale da assumere. L'alto contenuto di sali minerali (è ricca di potassio calcio e magnesio - l'ideale per noi donne durante il periodo più delicato del mese) permettono a questa verdura di essere assunta per combattere varie malattie tra cui l'osteoporosi. Ovviamente non sono un nutrizionista e tanto meno un dietologo da permettermi di consigliare una verdura piuttosto che un altra ma mi piace approfondire su cosa metto in tavola ogni giorno, trovando che le verdure di stagione siano le più adatte a una dieta variegata e naturale. 
E bieta è la protagonista di questa ricettina che come al solito è uno svuotafrigo per eccellenza e che grazie alla mia mania di avere in frigo un rotolo di pasta sfoglia sempre a portata di mano, mi permette di creare una cena non solo gustosa ma soprattutto nutriente. 




Ingredienti: 1 rotolo rotondo di pasta sfoglia*, 1 fetta spessa un dito di caciotta dolce, 1 cespio di bieta da costa, 4/5 fette di prosciutto cotto al naturale. 

Preparazione: Alcune ore prima di procedere con la torta salate, tagliate a piccoli pezzi la bieta, cercando di tenere solo una parte della costa che appare alquanto amara. Lavatela e cuocetela in acqua salata per una ventina di minuti. Scolatela e lasciatela nel scolapasta per il resto della giornata, così da permette di perdere l'acqua accumulata durante la cottura. Una mezzoretta prima di procedere con la preparazione della torta, aprite la confezione di pasta sfoglia  e srotolatela su un piano di lavoro. Tagliate i lati tenendoli da parte per creare la decorazione finale e adagiate la pasta in una pirofila. Io ho optato per una pirofila ovale molto alta ma solo per praticità di forno, voi potete scegliere quella che più vi aggrada. Premete nei lati in maniera tale che rimanga attaccata alle pareti della pirofila e adagiate prima metà della bieta che avete cotto e scolato del liquido, uno strato di caciotta tagliato a fette sottili e uno strato di prosciutto cotto. Procedete con un secondo strato di bieta, caciotta e cotto e chiudete leggermente la sfoglia nei bordi aggiungendo come finale alcune striscioline di pasta. In forno per 30 minuti circa a 160 gradi e la cena veloce e gustosa è pronta per essere gustata.

Per questa ricetta e per altre che potrete osservare nei giorni passati, ho utilizzato una caciotta particolare: la Caciotta della solidarietà. Venduta dal gruppo agroalimentare Grifo Latte contribuisce alla distribuzione di alimenti agro alimentari provenienti dalle zone terremotate e che permette di essere vicini alle zone colpite di risollevare aziende e allevatori colpiti da eventi imprevedibili. Se siete interessati a sostenere il sito di riferimento è da giorni down ma la pagina facebook è totalmente attiva a questo indirizzo: GRUPPO GRIFO AGROLIMENTARE 


Alla prossima ricetta 

Sabrina