Castello di Miramare e tortino alla zucca con fonduta di formaggio caprino e paprica | I viaggi di Ciopilla I viaggi di Ciopilla - Food and Travel blog

mercoledì 7 settembre 2016

Castello di Miramare e tortino alla zucca con fonduta di formaggio caprino e paprica

Domenica scorsa siamo partiti dalla nostra ridente città per fare un salto da amici a Trieste e ne abbiamo approfittato per visitare il Castello di Miramare. L'intervento energico di Massimiliano d'Asburgo sul promontorio roccioso di Grignano, ha prodotto negli anni uno dei più belli e visitati Castelli italiani che ha in sè tratti del periodo gotico, medioevale e rinascimentale che permettono di perdersi con i pensieri tra le sue stanze o nell'adiacente parco. Non starò qui a descrivervi la storia di questo palazzo di fine ottocento e dei suoi sfarzi architettonici - non ne sarei in grado senza trovarli in rete - ma mi piacerebbe condividere con voi, la meraviglia che si apre agli occhi dei visitatori appena si arriva al Castello. 



Castello di Miramare
Castello di Miramare 


Visitare il Castello è molto facile essendo aperto praticamente tutta la giornata - dalle 9 alle 19 - e il prezzo del biglietto di 8 euro diventa gratuito per i cittadini europei sotto i 18 anni ma anche ridotto a 5 euro per i cittadini europei dai 18 anni ai 25 anni (oltre che ovviamente alle scolarette e ad alcune categorie particolari). Arrivando sotto il Castello, possiamo trovare un parcheggio non a pagamento che permette di raggiungere a piedi il promontorio 
La giornata scelta per visitare Miramare  è apparsa fin dai primi momenti alquanto nuvolosa ed anche se la visita ci è piaciuta molto, è stato un peccato osservare le sue stanze con i suoi luccicanti lampadari avvolti nel buio oltre che ovviamente il parco senza un raggio di sole che lo illuminasse nella sua bellezza. 


Il molo - Esterno del Castello di Miramare
Il molo - Esterno del Castello di Miramare 

Giardini Castello di Miramare
Giardini Castello di Miramare 



Se passate da quelle parti - o partite per visitare Trieste e le sue meraviglie - il sito del Castello è un ottimo contenitore di informazioni che potrete trovare cliccando QUI Da parte mia vale veramente la pena passare un paio di orette per visitare la residenza di Massimiliano e della sua consorte Carlotta del Belgio, che oltre a offrire uno scorcio sulla vita sfarzosa di fine ottocento da l'accesso al suo parco, alle scuderie che racconta appieno le vicissitudini di una zona di Italia crocevia di confine e di culture. 

E ad ogni visita in giro per l'Italia non può mancare una ricetta che mi ha colpito particolarmente e che mi è stata proposta da una coppia di amici amanti della buona tavola ma soprattutto di un ingrediente particolare: la zucca! E allora via a un tortino o flan o formato - scegliete voi come chiamarlo - accompagnato da una fonduta di formaggio caprino e paprika dolce 



Tortino alla zucca con fonduta di formaggio caprino e paprica
Esperienza di gusto:  tortino alla zucca con fonduta di formaggio caprino e paprica 




Ingredienti per circa 6 sformatini : 250 g di zucca pulita e cotta al forno, 50 ml di panna da cucina, 40 g di parmigiano grattugiato, 2 uova, 50 g di formaggio caprino e/o formaggio similare spalmabile, mezzo bicchiere di latte, sale e paprica q.b. *farina q.b

Accessori indispensabili: placca da muffin e/o pirottini in alluminio 

Preparazione: accendere il forno a 190° circa e procedere a frullare la zucca che abbiamo precedentemente pulito e cotto al forno stando attenti a togliere la parte vicino alla crosta che è leggermente più amara. Aggiungere mescolando bene la panna da cucina, il parmigiano grattugiato,le uova e un pizzico di sale. Essendo la zucca piena di acqua il composto può risultare liquido e di conseguenza non solidificarsi in cottura, potete aggiungere farina fino ad ottenere un composto omogeneo. Passate il composto nella placca da muffin o nei pirottini in alluminio cuocendo in forno caldo a 190° per 25/30 minuti. Alcuni minuti prima di servire - potete sia servirli caldi che freddi il risultato non cambia - preparate la fonduta di formaggio caprino utilizzando un mezzo bicchiere di latte caldo. Fate sciogliere mescolando il formaggio e lasciate addensare il formaggio con il latte fino a che non risulti una crema. Aggiungete per ultimo un pizzico di sale. Servite gli sformatini su un piatto con due cucchiai di fonduta e una spolverata di paprica. 



Come sempre spero che i miei consigli su cosa visitare e cosa proporre ai vostri ospiti sia di vostro gradimento. Se riscontrate qualche errore - ho avuto difficoltà nel scrivere questo piccolo post - fatemelo presente senza problemi !

Alla prossima 

Sabrina 








Posta un commento