I viaggi di Ciopilla - Food and Travel blog

lunedì 11 aprile 2016

Latti da mangiare 2.0: il concorso della Storica Fattoria Il Palagiacccio

E il lunedì inizia con una sfida. Una delle tante che in questi giorni mi stanno tenendo occupata e che rendono le giornate semi primaverili, molto interessanti. Oggi vi presento una doppia sfida essendo due le ricette che andranno a concorrere nel contest Latti da mangiare 2.0 organizzato dalla Storica Fattoria Il Palagiaccio e che vedranno protagonisti il Gran Mugello, utilizzato nell'antipasto e il Tartufino del Mugello re incontrastato di gusto per un primo piatto. 

Bando alle ciance e partiamo con la prima ricetta: cocotte di speck affumicato con zucchine marinate nell'aglio e peperoncino e Gran Mugello come antipasto Una ricetta che nasce quasi per caso e che ha i ricordi di una gita fuori porta in motocicletta verso la futa ovvero tra i tornanti che da Bologna portano a Firenze, tanto amato dai motociclisti avventurosi e che a metà strada  si fermano in qualche locanda o trattoria per gustare le specialità della zona. Con la pancia piena si riparte per nuove avventure rombanti. 





Creare questa ricetta è estremamente facile e vediamo insieme gli ingredienti per quattro cocotte: 16 fette di speck affumicato, 4 zucchine di media grandezza, 1 fetta alta un dito di Gran Mugello, aglio, peperoncino ed olio Evo q.b.

Preparazione: il primo procedimento è marinare le zucchine che vanno lavate, pulite ai lati e tagliate a julienne (quindi per la lunga!) e in una terrina ricoprirle di aglio tritato finemente, peperoncino e ricoperte di olio di oliva extravergine. Lasciare a marinare le nostre zucchine per un oretta circa e una volta che il peperoncino e l'aglio hanno lasciato il loro odore, scolarle dall'olio evo e procedere con la preparazione della cocotte. Per prima cosa ricoprire la cocotte con lo speck come se volessimo creare un pacco regalo e inserire le nostre zucchine marinate e successivamente il Gran Mugello tagliato a piccoli pezzettini, richiudendo il nostro speck e ponendo in forno per circa 20 minuti a 160°. Servire caldo come antipasto. 

La seconda ricetta che vorrei proporvi per questo contest Latti da Mangiare 2.0 è un primo piatto che è una sperimentazione di ingredienti e che tocca alcuni ricordi di infanzia legati alla Sardegna, agli zii mai conosciuti ma dai mille racconti di coraggio tramandati nelle storie di mia nonna: lasagne con pane carasau e asparagi al sapore di Tartufino del Mugello .






Ingredienti per quattro persone: una confezione di pane carasau, 1 litro e mezzo di besciamella, un mazzo di asparagi nostrani (circa una decina), una fetta di Tartufino del Mugello alta circa un paio di dita, aglio, peperoncino, curry,sale e olio Evo q.b. parmigiano reggiano grattugiato q.b.

Preparazione: lavare, pulire e sbollentare in acqua calda salata gli asparagi che andranno ad ammorbidirsi per farli saltare in padella con un goccio di olio Evo, aglio e peperoncino. Una spolverata di curry e lasciar cuocere per cinque minuti girando frequentemente. Preriscaldare il forno a 180° e procedere ad assemblare le lasagne: il procedimento è lo stesso che usiamo con la pasta e al posto di essa mettiamo il pane carasau. Uno strato di besciamella, uno strato di pane, qualche pezzetto di Tartufino del Mugello e gli asparagi per arrivare fino alla fine della nostra teglia, che andremo a ricoprire con del parmigiano grattugiato e al forno per circa 40 minuti. 
La besciamella si fonderà con il Tartufino e con il pane carasau rendendolo morbido e molto simile a delle crespelle. 

E con queste ricette si conclude la mia avventura con Il palagiaccio che vi invito di vistare presso il loro sito sempre aggiornato o partecipare alle loro sfide a suon di formaggio