Lasagne alla bolognese abbinate a un Sauvignon 14 DOC Petrucco | I viaggi di Ciopilla I viaggi di Ciopilla - Food and Travel blog

mercoledì 10 febbraio 2016

Lasagne alla bolognese abbinate a un Sauvignon 14 DOC Petrucco

Alcuni giorni fa ho assistito a una piccola ed innocente discussione sul significato del termine Lasagne bolognesi. Non entrerò nei particolari di questa diatriba su cosa si possano o meno chiamare tali, quali ingredienti siano accettati e quali scartati ma a forza di parlare di lasagne mi è venuta voglia di mangiarle. Ovviamente per me - ferrarese doc - pensare di fare le lasagne è come mettere su la moka e farsi un caffé per la semplicità dell'atto di cucinarle ma voglia di tirare la sfoglia in questi giorni saltami addosso che ho rimandato per un paio di giorni. Fino a ieri. La voglia era cosi forte che ho tirato la sfoglia bianca e non nella variante verde con spinaci, ho tirato fuori la scorta di ragù dal freezer e ho spadellato quasi tre litri di besciamella. Semplice e veloce da preparare: uno strato di besciamella nel fondo, uno strato di pasta fresca e via ragù besciamella fino ad arrivare all'orlo. Spolverata di parmigiano e via al forno. Croccante e calda come piace a me. A questo punto la lasagna bolognese è stato un attimo ma come ogni pietanza che si rispetti in casa nostra avevo bisogno di abbinare un vino: quale sarebbe stata la scelta migliore? 






La scelta è ricaduta su un Sauvignon 14 DOC dal colore giallo paglierino e dai riflessi verdognoli che viene prodotto dall'Azienda friulana Petrucco nella meravigliosa terra dei Colli Orientali del Friuli dove vengono prodotte le eccellenze viticole che rendono grande la nostra meravigliosa Italia. La tradizione friulana di coltivazione delle viti è antichissima e grazie ai terreni ricchi di sali minerali e microelementi, si possono avere coltivazioni che producono il nettare degli Dei assolutamente DOC.
Tantissimi sono i riconoscimenti alla produzione di vini dell'Azienda Petrucco che potremmo incontrare presso Vinitaly la fiera per eccellenza del vino e della buona cucina, che si terrà a Verona dal 10 al 13 aprile 2016 e che sarà un ottimo trampolino di lancio per la nuova produzione. 



Vediamo nel dettaglio questo vino Sauvignon 14 che proviene da un terreno coltivato al 100% di questa vite e che troviamo collocato a 180 metri sopra il livello del mare nella località di Buttrio in Monte dove la raccolta avviene assolutamente a mano per una produzione di ben 9 mila bottiglie. 
Bianco secco dal sapore pieno e asciutto con una nota minerale nel finale. Viene consigliato in abbinamento con degli antipasti sia legato a un sapore di mare come aragoste, astice o salmone sia nella versione più delicata del prosciutto crudo. Ho voluto azzardare e devo dire che la cremosità della besciamella con la complessità del ragù mi hanno dato maggiore stimolo per assaggiare questo vino bianco, trovandolo un ottimo alleato che non copre i sapori della pietanza ma coinvolge tutto il palato nel scoprire ogni piccola sfumatura degli ingredienti. 
Nei prossimi giorni avrò modo di creare altri abbinamenti tra i vini di produzione friulana dell'azienda Petrucco e la mia cucina tradizionale italiana ma la voglia di osare è in continuo aumento. Nel frattempo vi saluto cari viaggiatori e se avete voglia di dare un occhiata, in attesa di Vinitaly di questa azienda ecco a voi il link di riferimento (clicca QUI)