Barchette del sottobosco : patate con funghi porcini, speck e formaggio | I viaggi di Ciopilla I viaggi di Ciopilla - Food and Travel blog

giovedì 7 gennaio 2016

Barchette del sottobosco : patate con funghi porcini, speck e formaggio

Prendi una allergia e obbliga il resto della famiglia a non mangiare determinate pietanze: fatto! Da una ventina di anni la mia prima intolleranza e poi allergia ai funghi e ai prodotti del sottobosco, è aumentata costringendomi a non far entrare questo ingrediente in cucina. Essendo l'unica in famiglia ad avere questa problematica, la possibilità di incappare in un piatto con i funghi è alquanto ridotta soprattutto in casa nostra dove evito totalmente di cucinarli ma non posso costringere il marito a rimanermi accanto. A volte la sua fuga è verso la cucina di mia mamma che ne diventa la complice per un risottino o per le barchette del sottobosco che qui sotto vi presento. Non potendo avere la possibilità di maneggiare in sé i funghi, mi sono affidata ai prodotti surgelati di un leader in questo campo Mondelli Group Srl e i suoi fantastici I Roscilli che possiamo trovare nelle maggiori catene delle grande distribuzione nel banco surgelati. 



Per questa semplice ricetta composta da 8 patate grandi, formaggio Emmental ho utilizzato il prodotto surgelato misto bosco alla montanara dove possiamo trovare sia i funghi porcini che lo speck ma anche pezzettini di melanzane croccanti. La preparazione è semplice: sbollentare le patate in acqua bollente e salata per una mezzoretta (anche un oretta a seconda della grandezza delle patate). A differenza della preparazione del purè o di una pietanza che chiede che sia schiacciata, la patata deve risultare cotta ma senza rompersi perchè una volta cotta, l'andremo a raffreddare e successivamente a tagliare a metà. Facendo attenzione che non si sbricioli incavare con un cucchiaino una piccola nicchia e lasciar raffreddare con la buccia che andremo a togliere prima di mettere al forno. Nel frattempo in una padella antiaderente e con un goccio di olio evo, direttamente dal congelatore si può preparare il nostro misto bosco alla montanara che andrà cotto per una decina (anche meno) minuti direttamente congelato. Raffreddiamo il tutto e prepariamo a piccoli tocchetti o striscioline il nostro formaggio Emmenthal. 

I nostri ingredienti raffreddati sono pronti per essere assemblati e aiutandoci con un cucchiaio riempiamo l'incavo della patata con il nostro misto bosco e il formaggio andando a riporli in una pirofila leggermente unta. In forno per una quindicina di minuti aspettando la piccola crosticina si formi sopra e via a servire in tavola al caldo con un bel bicchiere di vino rosso corposo. 

Piccola nota: andando a incavare le patate abbiamo la polpa della patata da riutilizzare e da non buttare. Tagliandola a tocchetti e mettendo dentro della pancetta dolce oltre che alcune fette di formaggio filante è un ottimo contorno per la serata successiva che sicuramente sarà apprezzato dai vostri bambini.

Alla prossima viaggiatori con altre ricette .....