Un compagno di pensieri servito fresco: Spera di Siddura | I viaggi di Ciopilla I viaggi di Ciopilla - Food and Travel blog

mercoledì 4 novembre 2015

Un compagno di pensieri servito fresco: Spera di Siddura

In questi giorni di fine ottobre e inizio novembre mi sono successe tantissime cose, alcune piacevoli e altre meno piacevoli come la perdita di una persona a me molto cara. Riprendendo mano alla mia vita e a quella della mia famiglia, stamattina mi sono seduta per terra nel salone della nostra abitazione e in pieno silenzio, mi sono guardata attorno. Ho soppesato ogni istante di quella immagine ed ho avuto la possibilità di liberare i pensieri in ogni angolo della mia mente. Avevo bisogno di soffermarmi, di pensare a quale direzione prendere e a quale chiudere la porta, dandomi una carica di energia per affrontare qualsiasi scelta avessi intrapreso. Compagno di questo percorso un bicchiere di vino bianco. Raramente bevo durante la giornata, non sono tipo da sorseggiare vino se non durante i pasti ma oggi avevo bisogno di un compagno di pensieri ed ho scelto un vermentino di gallura proveniente dalla Sardegna: Spèra di Siddura




Leggendo il sito dell'azienda agricola Siddura leggiamo quanto segue: la vicinanza al mare, il clima mediterraneo, il granito di Gallura sono gli ingredienti che danno origine a Spèra, un bianco vivace e profumato che va servito fresco Posso dire che questa frase mi trova d'accordo appieno e in particolare quel servito fresco esalta a mio parere la delicatezza e il retrogusto amaro della mandorla scendono lentamente senza forzatura nonostante la gradazione di 13% vol è altina per le mie abitudini. Un Vermentino di Gallura DOCG che andrebbe accompagnato a un piatto di mare delicato o alle carni bianche ma che sorseggiato durante un aperitivo, aiuta a socializzare o nel mio caso a prendere la decisione giusta. E Spèra sia! Alla prossima viaggiatori!