I viaggi di Ciopilla - Food and Travel blog

giovedì 5 novembre 2015

Risotto ai gamberetti, calamari e carciofini

Settimana di pizza e di panini al Mc mi hanno portato a creare un vuoto esistenziale nel mio frigorifero - e un aumento del mio fegato non indifferente - e quando il marito ha ordinato al negozio sotto casa un insalata di mare e una frittura mista, mi sono fiondata a più non posso su queste prelibatezze. La mancanza di spesa da una parte e la mancanza di voglia dall'altra, hanno creato una discreta mancanza di cibarie serali e così perchè non inventarci una cena di rimasugli? In una scodella ho immerso gli ultimi dieci gamberetti e i calamari rimasti nell'insalata con limone ed erba cipollina aggiungendo alcuni carciofini all'ortolana che mi guardavano dal fondo del frigo. In una padella antiaderente ho usato un goccino di olio di oliva extravergine, ho saltato del riso arborio e sfumato con del vino bianco (l'ultimo goccio di Spèra di Siddura), ed ho allungato il tutto con dell'acqua calda aiutando il riso con un paio di dadi ai gamberetti di Fattoria Italia. Cuocere il riso per il suo tempo di dieci minuti circa e inserire per un paio di minuti i carciofini con i gamberetti e i calamari al limone con erba cipollina. Spegnere e un paio di noci di burro per completare il risotto. Nulla di eccezionale come ricetta tant'è che se uno chef leggesse come ho cotto il riso sarei quasi da denuncia ma il risultato è stato gustosissimo soprattutto grazie al retrogusto di brodo ai gamberetti dato dai dadi di Fattoria Italia, che si conferma un ottimo alleato in cucina. Alla prossima viaggiatori con la promessa di andare a fare la spesa - prima o poi!