Saporìe: Cesena ospita il Festival del Cibo di strada | I viaggi di Ciopilla I viaggi di Ciopilla - Food and Travel blog

domenica 4 ottobre 2015

Saporìe: Cesena ospita il Festival del Cibo di strada

Complice un sabato di sole e la nonna che si è tenuta i bimbi, io e il marito siamo partiti in quel di Cesena ad assistere a Saporìe, il Festival del Cibo di Strada che si tiene in pieno centro della ridente cittadina romagnola. 
Era la prima volta che visitavo Cesena, nonostante io sia una fans sfegatata della loro radio locale - Studio Delta - e mi piace frequentare la Romagna non ero mai stata da quelle parti nonostante un pensiero di trasferimento in zona l'ho fatto spesso!
Incontri, presentazioni di libri, esposizioni, animazioni, musica, teatro e laboratori tutto sul cibo di strada, dove i protagonisti saranno le regioni italiane come Abruzzo, Molise, Marche, Toscana  per citarne alcune, per una tre giorni da vivere intensamente. 
E così siamo partiti con una nebbia umida e insulsa, passando per Bologna dove le strade erano bagnate per arrivare a Cesena con un bellissimo sole.
Muniti di blocchetto da 30 euro di ticket - si perchè a Saporìe non girano soldi ma ticket da acquistare allo stand di entrata o alcuni giorni prima della manifestazione -  mappa con i vari menu dettagliati nella mano destra, ci siamo lanciati subito a visitare gli stand dove fin dalla mattina si percepiva un aria di allegria e soprattutto di convivialità d'altri tempi. Niente musi lunghi. A Saporìe non sono ben accetti. 


 [Foto di proprietà di ©SabrinaBalugani ©IviaggidiCiopilla]


  [Foto di proprietà di ©SabrinaBalugani ©IviaggidiCiopilla]



  [Foto di proprietà di ©SabrinaBalugani ©IviaggidiCiopilla]


                                   [Foto di proprietà di ©SabrinaBalugani ©IviaggidiCiopilla]




E il primo incontro è con l'Abruzzo e un simpatico Oste , che con la sua allegria ci ha offerto un panino caldo con la particolare porchetta alle mandorle accompagnato da un vino rosso - un ottimo Montepulciano - che è andato giù che era una meraviglia. 



Il tempo di organizzarci per trovare un posto dove mangiare - le panche erano tutte occupate  - ci siamo arrangiati sedendo per terra su un gradino per gustare un piatto tipico messinese: la Pitona ripiena di formaggio, verdure e alici. Beh che dire? Un piatto così non l'ho mai mangiato: buonissimo ma soprattutto leggerissimo nonostante fosse fritto. 



Giretto per le vie di Cesena per smaltire il panino e la pitona, che nonostante fossero fritti non erano per nulla fastidiosi e ci arrampichiamo a fatica verso il centro. Bellissimo! Con il mercato del sabato che colorava una parte della città e che con i suoi odori e le sue voci ci ha portato fin dentro alla quotidianità romagnola. 





 [Foto di proprietà di ©SabrinaBalugani ©IviaggidiCiopilla]


 [Foto di proprietà di ©SabrinaBalugani ©IviaggidiCiopilla]



                                 [Foto di proprietà di ©SabrinaBalugani ©IviaggidiCiopilla]



Pensate che abbia finito? Assolutamente no! Dopo un bel giretto per il centro farsi un paio di olive ascolane, crema fritta, verdura fritta direttamente da quel di Ascoli è stato un attimo e vi chiedo scusa se non ci sono le foto. Mani unte e bocca piena di gustosissimo ripieno di carne con olive, non ci hanno permesso di tirare fuori la macchina per fare una foto. Eh va ben! QUesta volta mi scusate vero viaggiatori? Intanto prima di salutarvi vi lascio con un paio di foto per farvi venire l'acquolina in bocca con il gnocco fritto tipico della tradizione modenese e un Sangiovese doc! 

Alla prossima viaggiatori! Noi sicuramente ci torneremo anche il prossimo anno che si parlerà internazionale!