Canederli con speck e verdure in brodo vegetale | I viaggi di Ciopilla I viaggi di Ciopilla - Food and Travel blog

lunedì 19 ottobre 2015

Canederli con speck e verdure in brodo vegetale

E il freddo è arrivato. E la voglia di brodo caldo, unito a un sapore deciso che riscaldi anche l'animo è molto intenso ma non sempre nel frigorifero posso avvalermi del liquido ambrato che mi offrono le galline di mio suocero, così devo trovare la soluzione alternativa. Raramente utilizzo in casa e in cucina i dadi, più che altro perchè non riesco mai a trovare in commercio prodotti senza glutammato di sodio, che il suo consumo mi procura un fastidioso mal di testa. La proposta che mi è stata offerta di provare un dado senza gluammato, senza lattosio, senza coloranti e conservanti mi ha incuriosito. E così ho iniziato a utilizzare i prodotti di Fattoria Italia e in particolare la nuova linea Biologica, in una domenica di pioggia e freddo, trovando un sapore molto inteso, deciso e che dava corpo al mio piatto di canederli allo speck e verdure (di riciclo)





Ingredienti per quattro persone: 200 g di pane raffermo, 2 uova, 100 g di speck, 40 g di farina, 1 cipolla, 1 cucchiaio di prezzemolo, 30 g di burro, 150 ml di latte, Olio Evo, sale e pepe q.b. e nella mia versione avanzi di verdure come spinaci, zucchine. Brodo di carne o 1 dado per brodo vegetale biologico Fattoria Italia ogni 1/2 litro d'acqua calda  

Preparazione: in una scodella mettete il pane raffermo precedentemente tagliato a dadini, aggiungere le uova sbattute con un pizzico di sale, di pepe e l'aggiunta del latte. Mescolate e lasciate riposare per circa due ore coprendo la scodella con un panno o uno strofinaccio. Ogni tanto mescolate il pane che lentamente assorbe il liquido in maniera omogenea, stando attenti che non si spappoli tutto. Mentre si aspettano che le due trascorrano tagliate finemente lo speck e la cipolla preparando cosi un soffritto insieme all'olio extravergine di oliva e il burro, inserendo per ultimi gli avanzi di verdura. Lasciando raffreddare il soffritto, incorporatelo al composto di pane e latte e aggiungete all'impasto di pane il prezzemolo, l'erba cipollina, la noce moscata e per ultimo cospargete la farina. Mescolando con cautela, lasciate riposare per un altra mezz'oretta mentre preparate il brodo che deve essere estremamente caldo per accogliere i canederli che avrete preparato a forma di pallina aiutandovi con le mani e bagnandole in caso si attacchino troppo. La cottura dei canerderli è lunga. Vanno cotti in brodo bollente e per una 15 ina circa fino a quando non salgono a galla. Si possono servire con il brodo come ho fatto io oppure con burro e salvia. 


La prova prodotto è andata a buon fine anche se devo ancora abituarmi alle dosi essendo poco abituata e pensando di mettere due dadi in un tot di acqua - sulla confezione consigliano ogni 1/2 litro di acqua calda - mentre io penso di aver esagerato e il sapore è apparso molto intenso ma un ottimo prodotto ugualmente. Alla prossima viaggiatori e se volete dare un occhio al sito di Fattoria Italia secondo me troverete tantissime ricette e consigli che fanno al caso vostro.