La sfida inizia: il mio profiteroles contro quello della suocera | I viaggi di Ciopilla I viaggi di Ciopilla - Food and Travel blog

mercoledì 18 marzo 2015

La sfida inizia: il mio profiteroles contro quello della suocera

Ridendo e scherzando ieri ho postato sulla mia pagina di facebook - se non siete fans ecco qui il suo link - uno stato in cui chiedevo alle fans più presenti cosa ne pensavano di una eventuale sfida con mia suocera sulla preparazione di un dolce tipico italiano: il profiteroles. E così tra uno scherzo e l'altro, la maggior parte delle mie attive fans hanno decretato la loro idea: "certo che si! Anzi devi proprio sfidarla la suocera!"
Non posso negare, cari viaggiatori, che per un attimo ho fatto un passo indietro in questa sfida all'ultimo bignè ripieno perchè ben sapendo come è mio marito - lui pur di  non litigare dice sempre di si - mi sarei messa in una posizione scomoda ma la mia tenacia era troppo vigorosa per non farmi fare sta pazzia di sfidare la super suocera. E allora ecco qui la mia ricetta del profiteroles classico che ho scovato nel sito ufficiale di questa meraviglia calorica - che trovate cliccando qui e di cui prenderò la ricetta come l'ho preparata io:

Preparazione dei bignè: ci occorrono: 150 gr di farina, 100 gr di burro, 4 uova, 1 cucchiaio di zucchero, 1 bicchiere di acqua, 1 presa di sale oppure acquistate in negozio/supermercato i bignè già pronti come ho fatto io :p

Prendete una pentola piuttosto fonda versate acqua burro sale e zucchero e fate bollire il tutto quindi togliete la pentola dal fuoco e cominciate a versare la farina a pioggia sempre mescolando con un cucchiaio di legno; quando l'avrete incorporata tutta riaccendete il fuoco e continuando sempre a mescolare fate cuocere fin quando vi accorgerete che il composto omogeneo si stacca bene dai bordi del tegame. Spegnete il fuoco e lasciate raffreddare il tutto fino a temperatura ambiente quindi cominciate ad incorporare le uova che aggiungerete una alla volta lasciando che la pasta le assorba bene singolarmente. 
Inserito l'ultimo uovo e dopo aver ben impastato, inserite il tutto in una tasca da pasticcere, usate quella con la bocchetta liscia;  preparate una teglia con un foglio di carta da forno quindi con la tasca appoggiate le palline di pasta sulla teglia. Infornate a forno caldo e fate cuocere inizialmente a 200° per circa 12/15 minuti poi abbassate la temperatura del forno a 190° e lasciate cuocere per altri 10 minuti, quindi spegnete il forno lasciando la teglia ancora all'interno per qualche minuto. Lasciate raffreddare i bignè completamente quindi con un coltello fate un foro sul fondo del bignè che vi consenta di farcirlo.

Prepariamo la farcitura; farciremo l'interno con la crema Chantilly ovvero con panna montata e zucchero e velo, vediamo come: prendete 300 ml di panna liquida da montare e mentre montate la panna aggiungete progressivamente 40 gr di zucchero a velo, continuate a lavorare la panna fin quando il composto non sarà sodo e della giusta consistenza. Una volta pronta la crema Chantilly prendete una tasca da pasticcere metteteci la panna e passando dal forellino che avrete fatto sul bigne o facendolo direttamente se preferite con il beccuccio della siringa, farcite con la crema i bignè.

Prepariamo ora la copertura al cioccolato, utilizziamo il fondente, ci occorrono: 200 gr di cioccolato, 100 gr di zucchero, 2 cucchiaini di burro, 200 ml di latte. 

In una pentola con circa la metà del latte fate sciogliere a fuoco lento il cioccolato con il burro, quindi incorporate il resto del latte con lo zucchero e lasciate cuocere per circa 5 minuti a fuoco lento. Spegnete e lasciate raffreddare.
Potrete cominciare a guarnire i bignè quando la crema al cioccolato è leggermente tiepida. Preparate intanto un piatto e due forchette, prendete un bignè ed immergetelo nel cioccolato completamente, quindi con le due forchette delicatamente, senza bucarlo ma lasciando cadere il cioccolato in eccesso, tiratelo su e poggiatelo sul piatto; ripetete l'operazione per ciascun bignè disponendoli in modo da formare una piramide. Quando avrete completato guarnite con la panna rimasta applicandone qualche ciuffo qua e la e lasciate il dolce in frigorifero fin quando non lo consumerete.







Gustoso? Moltissimo! Il parere del marito diplomatico: mia mamma lo fa diversamente ma questa volta ti sei superata! Buon assaggio cari viaggiatori