I viaggi di Ciopilla - Food and Travel blog

lunedì 9 marzo 2015

Gnocchi di zucca al formaggio tartufino



Mi ero ripromessa di non partecipare più ai contest food con selezione tramite votazione trovandoli per la maggior parte delle volte falsificati da programmi illegali che assegnano a chi paga, il punteggio maggiore ma adoro mettermi in gioco, adoro mangiare e adoro il formaggio. Se questo formaggio è al tartufo ed ha la qualità di La fattoria il Palagiaccio la mia convinzione di non partecipazione è andato a vuoto. Ed eccomi qui con una ricetta a metà strada con la tradizione ferrarese - utilizzo della zucca - e la tradizione toscana con un formaggio a pasta compatta e liscia con l'aggiunta di scaglie di tartufo: gnocchi alla zucca con crema al tartufino.

Ingredienti per 4 persone: 

Zucca (polpa) 600 gr
Patate a pasta gialla o rossa 1 Kg
1 Uovo (tuorlo)
Farina tipo 00 100 gr
Fecola di patate 50 gr
Parmigiano reggiano 2 cucchiai
1/2 bicchiere di latte 
2 fette di formaggio tartufino 
noce moscata, sale e pepe q.b.

Preparazione


Per i gnocchi: tagliare la zucca a fette togliendo i semi e la buccia adagiandolo in un tegame con della carta forno e cuocere a 180° per 20/25 minuti nel forno preriscaldato o aspettando che si asciughi. Durante la cottura della zucca, ci si può occupare delle patate che devono essere prevalentemente a pasta gialla o rossa riponendole in un pentolino ricolmo d'acqua e lasciando la buccia, cuocerle fino a quando non si ammorbidiscono ( si può provare con una forchetta per vedere se entra fino al cuore delle patate con naturalezza). Una volta cotta la zucca e le patate utilizzando uno schiacciapatate riduceteli ambedue in polpa, salando, pepando e aggiungendo la noce moscata a piacere. 
Aggiungere il tuorlo, la farina, la fecola e il parmigiano amalgamando con le mani il composto fino a renderlo compatto e ponendolo sul piano di lavoro con della farina, creando un panetto da tagliare a bastoncino e successivamente a piccoli bocconcini (grandi come il pollice). Utilizzando la forchetta creare dei piccoli solchi o il pollice un piccolo cratere al suo interno. Riporli di volta in volta su un canovaccio infarinato. I gnocchi vanno subito cotti e appena buttati in acqua, vanno subito tolti quando arrivano in superficie.
Nel frattempo che l'acqua bolle e i gnocchi si cuociono in un pentolino riporre il formaggio tartufino tagliato precedentemente a tocchetti e i bicchiere di latte, rendendo così un tutt'uno cremoso. Condire i gnocchi con la crema al tartufino e gustarli caldi caldi. 







Complice una bellissima giornata di sole e un formaggio delicato ma con un gusto deciso come il tartufino, tutto è stato meraviglioso e anche se non vincerò questo contest, sono felice di aver portato in tavola ingredienti sani e ricchi di storia.

Alla prossima ricetta 


Sabrina