Ricetta il mio riso in bianco | I viaggi di Ciopilla I viaggi di Ciopilla - Food and Travel blog

giovedì 12 febbraio 2015

Ricetta il mio riso in bianco

Giornate di starnuti, di nasi mocciolosi e di fronti calde che l'ultimo mio pensiero è mettermi in cucina ma ovviamente qualcosa devo mettere in tavola ai bimbi. Il primo piatto di questo periodo è sicuramente un bel brodo caldo che serve a riequilibrare i liquidi persi per via della febbre e a dare quelle vitamine che servono per tirarsi su soprattutto se al suo interno ci metto un paio di cappelletti ferraresi che fanno gola a tutti anche con una bella laringite in formato condominio e se proprio proprio il caplit non è presente in formato surgelato in casa, mi adopero in un altrettanto gustoso risotto in bianco. 
Come un fare un risotto buono e da gustarsi i baffi anche se hai la febbre a 39 e la gola come le fiamme dell'inferno? Usando gli ingredienti giusti e quel tocco da mastercEF che non guasta mai. 







Ingrediente principale: un ottimo riso. Non uno qualunque ma un riso classico del Principato di Lucedio dove l'intero processo di produzione a basso impatto ambientale, il suo confezionamento senza conservanti in atmosfera modificata e sinonimo di qualità che si può sentire chicco per chicco.

Secondo elemento da utilizzare .. un ottimo olio. Per l'occasione ho scelto un must di Crudolio che oltre che essere gustoso, si amalgama con il riso in bianco che a tutto dire è alquanto insulso come gusto ma che con quel tocco di ottimo olio può cambiare sensazione alle pupille gustative. 

Un ottimo Omega 3&6 che combina la spremitura a freddo dei semi di lino e girasole, proveniente da agricoltura biologica è spremuto e filtrato senza additivi aggiunti permettendo così l'utilizzo in una dieta varia e adatta anche ai più piccoli. Una spolverata di ottimo parmiggiano reggiano di grana padano, una passata di erba cipollina o di pepe per i grandi che non hanno problemi intestinali e la ricetta è pronta! Ahh no no dimenticavo che .... 





Ultimo ma non meno importante passaggio è la presentazione. Con i bambini bisogna giocare d'astuzia e per farlo bisogna proporre loro dei piatti che visivamente li attraggono. Ed ecco che mi sono lanciata nella sfida fiorellino ma non avendo un coppapasta adatto mi sono arrangiata con degli stampi per biscotto a fiore ordinati e comprati su uno shop on line fornitissimo: Zizuu


Che dite ? Può piacere anche solo semplicemente un risotto in bianco se presentato con una forma insolita, divertente e con ingredienti di alta qualità? Da come hanno mangiato i bimbi direi di si !! Alla prossima sperando di tornare in forma come un tempo 

Posta un commento