Il mondo delle argille: il parere di Sara e S'alchemissa | I viaggi di Ciopilla I viaggi di Ciopilla - Food and Travel blog

giovedì 5 febbraio 2015

Il mondo delle argille: il parere di Sara e S'alchemissa


Torna con grande piacere la rubrica tutta naturale firmata da Sara dello shop naturale S'alchemissa che questa settimana ci parlerà e ci descriverà del mondo delle argille, utilizzate come cura naturale per la nostra bellezza e non solo! 



Argille per tutti i gusti e necessità: la cura naturale per eccellenza!

Eccoci qua, care amiche, a parlare di un meraviglioso rimedio naturale che da tanto accattiva le simpatie di noi fanciulle, sempre attente a presentare una pelle perfetta e priva di impurità. Il viso è o no, il nostro più importante biglietto da visita? L’argilla è una delle più antiche materie prime mai utilizzate dall’uomo grazie alla sua morbidezza, plasticità che le attribuivano inizialmente un largo impiego nella realizzazione di ceramiche ornamentali e di strumenti domestici ad uso quotidiano. Gli antichi egizi la adoperavano in miscela sia nei processi di mummificazione per la sua azione antisettica sia nella cura di traumi, slogature e fratture di arti per favorirne la calcificazione. Le argille, dal punto di vista composizionale, si presentano come un insieme armonico di diverse fasi minerali che coesistono e derivano da processi di erosione, messi in atto da agenti atmosferici, lunghi intere ere geologiche. Ricche in minerali, devono le loro innumerevoli colorazioni a processi ossidativi della materia organica ed alla presenza di magnesio, ferro o calcio i quali danno luogo a colorazioni che vanno dal verde al rosso per arrivare al caolino, dal caratteristico colore bianco, anch'esso un argilla ampiamente utilizzata in ambito cosmetico per la sua natura poliedrica e “gentile”. Ogni proprietà dell’argilla è strettamente connessa al suo processo e ambiente di formazione, il quale determina la sua composizione in minerali utili e di nostro interesse. Essendo un prodotto derivante dallo smantellamento di altre rocce, potrete immaginare che contenga l’utile quanto il potenzialmente dannoso: ad onor del vero, ogni argilla dovrà essere testata per valutare la presenza in tracce dei 7 metalli pesanti ovvero oro, argento, piombo, ferro, rame, stagno e mercurio. Diffidate sempre da tutte quelle argille in vendita che non riportino in etichetta la composizione mineralogica esatta e i contenuti in metalli pesanti nei massimi consentiti dalla legge! Come di consueto ci porremo alcuni quesiti sull'uso e l’applicazione di questo potente rimedio naturale.




Tutte le argille possono essere utilizzate ad uso cosmetico ed interno?

Caolino, Bentoniti ed Illiti trovano vasto impiego in campo cosmetico e tutte con caratteristiche ben differenti. Il caolino, argilla bianca, ha sempre granulometria estremamente fine e si presenta come una polvere impalpabile gentile al tatto e sulle pelli sensibili. Le bentoniti ed illiti, senz’altro meno gentili del caolino, conferiscono un effetto energico e dermo purificanti se utilizzate in maschere e cataplasmi. Sono argille che creano fanghi molto soffici e viscosi se addizionati ad una buona quantità di acqua, la quale viene adsorbita e assorbita con grande facilità. Le argille verdi vengono utilizzate ad uso cosmetico ed interno in beveroni purificanti: in passato hanno svolto un ruolo fondamentale insieme ad altri minerali nella decontaminazione nucleare in soggetti esposti a radiazione (Chernobyl, ad esempio).

Posso fidarmi di acquistare tutte le argille in commercio?

Come accennato in precedenza, dovete sempre dare una lettura attenta all’etichetta. Non tutte le argille possono essere utilizzate ad uso interno, sfruttando la relativa capacità di scambio ionico che conferisce all’argilla la capacità di scambiare con il nostro corpo Sali minerali e composti essenziali per complessare metalli e sostanze bio-accumulate. Dovrete sempre accertarvi che il produttore riferisca in etichetta la composizione in fasi minerali (nelle capsule che contengono zeolite, tectosilicato, ad es. la presenza di fasi vetrose) e la presenza di metalli pesanti e metalli radioattivi in piccolissime tracce.




Come valutare l’impiego delle argille?

Per quanto concerne l’uso cosmetico, le maschere viso necessitano di un’argilla ventilata o micronizzata ovvero con granulometria sottile; i cataplasmi per il corpo non richiedono granulometria sottile e potrete accontentarvi di una macinatura grossolana. Tutte le argille per assunzione orale avranno subito un processo di micronizzazione al fine di ridurre la granulometria al grado dell’impercettibile all’occhio nudo.
Posso arricchire le argille con estratti vegetali ed olii essenziali?
Le nostre argille saranno molto più efficaci se donerete loro estratti vegetali preziosi e olii essenziali e base. Ricordatevi sempre di non mettere mai grosse quantità di olii essenziali in quanto il contenuto in allergeni è sempre alto. Per le pelli più sensibili, meglio stendere un velo di olio base prima dell’applicazione e nella realizzazione dell’impasto per renderlo più morbido ed idratante.

Tutte le argille si adattano bene ad ogni tipo di pelle?

Le formulazioni cosmetiche ci aiutano spesso a capire quali argille si addicano meglio al nostro tipo di pelle: le argille verdi si sposano bene con pelle acneica e mista, le argille rosa e bianche con la pelle sensibile, caratterizzata da couperose e secchezza. I colori, in qualche modo, ci danno quasi indicazioni indirette sul loro uso.


Cosa ne pensa S’Alchemissa?

S’Alchemissa ha da sempre un amore innato per le argille. Causa studi e deformazione professionale, usa e ne apprezza qualsiasi tipologia. Per un ricettina rapida, unite 50 gr di caolino con 20 cc di acqua, un cucchiaino di olio di mandorle e una goccia di olio essenziale di lavanda: vedrete che trattamento di bellezza superlativo!


Un abbraccio e alla prossima settimana da Sara e Sabrina
Posta un commento