I viaggi di Ciopilla - Food and Travel blog

lunedì 3 novembre 2014

La ricetta del mio strudel pasticcioso

Non ho la pretesa di essere una food blogger né tanto meno mi lancio in evoluzioni culinarie da masterchef ma mi piace pasticciare in cucina con risultati che possono sembrare senza senso ma che al gusto hanno la particolarità di essere buoni. E cosi ieri davanti alla pasta sfoglia e alle mele Modì - che si prestano per la loro croccante polpa - mi sono lanciata nello strudel pasticcioso! 



La ricetta di questo strudel pasticcioso è diversa dal solito e ve la racconto come se volessi mostrarvi la sceneggiatura di un film o la base per un libro: scegliere le mele con cura, coccolarle e tagliarle in piccoli pezzi e bagnarli con un goccio di succo di limone, lasciandole riposare per il tempo di stesura della pasta sfoglia. Una pasta che io ho utilizzato già comprata in un supermercato, più per mancanza di tempo e anche di mani caldi che servono per lavorarla bene. Stesa la pasta su una teglia da forno con carta apposita, ho preparato tutto l'occorrente da inserire nelle mele che mano a mano si fanno a macerare con il limone. Ho preso del pane toscano rimasto nel frigo e l'ho tagliato a tocchetti, l'ho rosolato con del burro. Preso delle mandorle e le ho tritate - se non vi piacciono potete usare altra frutta secca ma secondo me lasciano quel tocco di croccante in bocca che non guasta - ed ho unito tutto insieme. Il pane rosolato e leggermente raffreddato insieme alle mele con il limone, le mandorle e un cucchiaio di zucchero semolato. E l'ho mescolato con le mani, creando una sinergia fra le mele e il resto del composto come se l'uno entrasse nel mondo dell'altro bussando alla porta. Il composto cosi coccolato è stato messo al centro della pasta sfoglia, chiuso ai lati e buccherellato sopra. Forno a 180° e 15 minuti di cottura. 

Il mio strudel pasticciato non sarà il mondo del food o del masterchef ma credetemi che era - e dico ERA - veramente gustoso! Alla prossima ricetta da non esperta di cucina