La mia prima birra artigianale belga | I viaggi di Ciopilla I viaggi di Ciopilla - Food and Travel blog

martedì 29 luglio 2014

La mia prima birra artigianale belga

Nell'ultimo anno i miei gusti culinari sono cambiati in maniera strabiliante inserendo nuovi ingredienti nelle mie sperimentazioni in cucina e insieme al mio sperimentare un nuovo piatto, sono cambiati i gusti dei suoi abbinamenti. Particolare attenzione viene posta al mondo della birra artigianale che ha lasciato il posto a quella più sterile e commerciale, che mi ha accompagnato nel mio percorso di vita. In fatto di birre la qualità di un ottimo artigiano è essenziale e sebbene molti prediligano il mondo dorato tedesco, il mio viaggio in questo nuovo universo è stato principalmente rivolto alla produzione regionale e locale, esclusivamente made in Italy fino a quando non ho conosciuto Maryana e il suo club di birre artigianali: BelgiBeer. Il motto del suo mondo è Scoperta. Gusto. Passione. e devo dire che indossa questo slogan a pennello nella sua attività di scoperta di produttori locali belgi, gustando ogni singolo prodotto e mettendo quella passione che trasmette a noi importando la birra del suo paese. 





Ogni mese questa passione e questa dedizione del club, porta a scoprire i miglior birrai del Belgio che producono ognuno un tipo di nettare diverso e con una ricetta irripetibile e a volte anche segreta. La importano in Italia dove la distribuzione avviene su tutto il territorio italiano con un particolare occhio al packing e viziando i propri clienti con bicchieri, tovagliette e sottobicchieri che ne arricchiscono il prodotto anche esteticamente. Preservare il mondo dei birrai belgi nella loro antica cultura con prodotti di qualità e unici come nella tradizione secolare di questo paese. Ogni mese la scoperta del mastro birraio viene condivisa con i suoi clienti che possono conoscere ordinando la particolare boxbeer il prodotto del mese che viene presentato con la sua storia e la sua tradizione nella rubrica mensile che si trova sul sito ufficiale di BelgiBeer





E questo mese (luglio 2014) il protagonista è Luc Veermeersch (spero di averlo scritto bene) fondatore dal 1997 della birreria De Leite insieme ai suoi soci Paul e Etienne. 



Il classico della mia cucina: spaghetti con ragù di seppioline (troverete la ricetta cliccando QUI) è stato scelto come piatto da abbinare a una birra scura Bon Homme - l'uomo della femme fatale - che vede l'uso di non meno di 5 tipi di malto di 6,5 ° di gradazione. Il suo retrogusto amaro è stata una piacevole scoperta da abbinare a un piatto di pesce che non ne ha ricoperto il sapore principale ma lo ha esaltato finemente.








Acquistare o regalare una BeerBox è facilissimo grazie al carrello che troviamo pronto ad essere utilizzato nel sito ufficiale di BelgiBeer e sicuramente per qualsiasi dubbio e/o perplessità oppure per semplice curiosità, il club di appassionati delle birre artigianali è a vostra completa disposizione. Ringraziando Maryana - persona squisita e dolcissima - e BelgiBeer per avermi dato l'opportunità di scoprire un mondo che non conoscevo, vi lascio i contatti di questo universo delle birre belge in Italia. 






Posta un commento