Ogni bambino ha diritto di giocare! | I viaggi di Ciopilla I viaggi di Ciopilla - Food and Travel blog

giovedì 26 giugno 2014

Ogni bambino ha diritto di giocare!

"Ogni bambino ha diritto di giocare": inizia con questa frase la brochure che racchiude in una pagina il pensiero eco sostenibile di Detta Dada e che riprende appieno il pensiero dei fondatori della Convenzione sui diritti dei bambini, tanto voluta dall'Onu e dall'Unicef.  Nei giorni scorsi - scherzando con Ciopi - vi ho mostrato due dei capi artigianali di questo brand tutto italiano e che con orgoglio ospito sulle pagine di I viaggi di Ciopilla. Troverete la mia proprio QUI

Detta dada si occupa di abbigliamento (anche su misura per cerimonie) per bambini da 2 a 10 anni e dalla progettazione fino alla sua realizzazione la scelta di ogni particolare, rende i suoi capi da scoprire. Se questo brand, fosse un produttore di frutta e verdura potremmo usare il termine "a km 0" per capire esattamente quale sia la filosofia di fondo che lo rende un vero e proprio made in Italy. L'utilizzo di tessuti provenienti da coltivazioni biologiche, l'uso di inchiostri atossici per le sue stampe, i filati di cotone bio, i bottoni o le fibbie in legno per citarne solo una parte, sono una vera e propria certificazione di qualità per chi vuole abbracciare il mondo del biologico. 

I capi che mi sono stati gentilmente offerti erano accompagnati da una vera e propria carta di identità che ne dimostra il percorso di creazione dal momento in cui viene pensato al momento in cui viene creato, confezionato e consegnato nelle mani del cliente. Il cartellino stesso legato con un filo di scarto della lavorazione, è il simbolo di un concetto di riciclo consapevole che ne dimostra la sua autenticità. E che dire dei  tessuti che rimangono dopo il taglio del cartamodello? Anche per loro esiste un altra vita nelle creative mani di Gaia Laurini, la quale crea bambole, pezzi unici da abbinare agli abiti.


I binari su cui viaggia Detta dada sono quelli di uno stile di moda sostenibile senza dimenticare la comodità e la praticità pensata per il gioco dei bambini. Il connubio di una moda bella per il genitore e comoda per il bambino che si diverte a giocare, è assolutamente azzeccato per questo brand che non lascia nulla al caso. Le certificazioni di qualità - il Global Organic Textile Standard che ne determina le basi per avere fibre biologiche elevate, il Fairtrade che la rende una azienda che si batte nella lotta contro lo sfruttamento lavorativo per una crescita economica equo solidale delle aziende - ne sono la garanzia per avere un abbigliamento sicuro per chi si avvicina per la prima volta al biologico o ne ha fatto la sua ragione di vita. Il sistema di controllo - OEKO TEX standard 100 - ne determina i parametri da considerare per l'utilizzo di sostanze non nocive che vengono utilizzate nel mondo tessile e nelle sue materie prime. Il cotone, la fibra di soia, di bamboo, il lino e la lana biologica permettono ai nostri bimbi di avere sulla pelle dei tessuti assolutamente sicuri per la loro e per la nostra tranquillità di genitori. 
E la nostra Ciopi con il suo costume Colazione da Tiffany in fibra di bamboo fuori e foderato in fibra d'alga, con il suo cappello Mafalda al 100% di lino biologico o la tshirt in cotone bio bianco Lasciateci in pace sono il mio contributo da genitore alla sua salute e al suo futuro perchè ho scelto uno stile di vita che si avvicina sempre più alla natura e che ne coinvolge ogni fase della sua crescita. 









Invitarvi a visitare la pagina ufficiale di questo brand cosi originale è assolutamente doveroso da parte mia e spero nel mio piccolo di avervi incuriosito per provare, toccare con mano l'abbigliamento di Detta dada. Ringraziando Lavinia Giordani per questa magnifica conoscenza, cerchiamo uno spicchietto di sole e partiamo per fare un giretto al parchetto della zona. 






Posta un commento