Sognando di volare .... | I viaggi di Ciopilla I viaggi di Ciopilla - Food and Travel blog

mercoledì 19 febbraio 2014

Sognando di volare ....

Ieri mattina stavo sistemando il cassetto dove ripongo foto e ricordi dei viaggi passati con Il Capo o tutti insieme con i bimbi. Lentamente la mia mente ha incominciato a volare lontana e ad assaporare momenti di allegria mista all'odore del mare, della salsedine. Il nostro primo bacio, quel tramonto in Croazia o quella pajella a Maiorca mi hanno fatto venire voglia di prendere il primo volo in partenza con una destinazione solare e calda. 






Le spiagge incontaminate di Whitehaven beach (Australia), Playa Matapalo in Costa Rica o Hanauma bay alle Hawaii, possono essere le mete per un viaggio a due con il Capo per goderci quel relax dalla vita quotidiana che ci assilla. Sto assaporando il sapore del Mojito preparato dal barman sulla spiaggia mentre si vede in lontananza i pescatori che tirano su le reti per portare in tavola il pesce appena pescato e fresco da gustare cotto alla brace insieme a quell'insalatina croccante intinta in una salsa gustosa.








Svegliaaaaaa!!! 



Sono partita ma con la fantasia e quella voglia matta di rilassarmi al caldo. Il problema non è tanto partire ma organizzarsi con la valigia, cosa portarsi dietro e soprattutto un problema per me annoso, i costumi da bagno. Ogni anno quando è il momento di decidere se rinnovarli o meno, vado in crisi e mi sale un ansia forte. Non è tanto il discorso se sto bene o meno con un costume. Alla fine i miracoli non esistono per queste cose - e per fortuna aggiungerei - ma quanto il modello che può andare di moda per l'estate che arriva o se quelli che indossavo l'anno scorso, non sono sbiaditi dal sole. Ed ecco che parto già da marzo alla ricerca del costume perfetto: intero o bikini? Reggiseno a fascia o con spallina? Mutandina o mutandona? Bianco, nero o colorato? Stampa a fiori piuttosto che macchia di leopardo? Non ce la posso fare e lo shopping "trova-costume" mi mette in crisi nera facendo partire la telefonata d'obbligo alla mia amica Cinzia, che ha sempre delle idee fenomenali su dove cercare da vestire e che questa volta mi ha fatto conoscere il mondo di Divissima e i suoi MINI bikini. Cortesia, professionalità e genuinità del made in Italy è lo spirito che rende questo brand leader nei settore intimo e mare con i suoi prodotti assolutamente MINI. 
(S)Vestire Divissima è osare nelle forme e nel rendere la donna sexy sia al mare che tra le mura di casa con la sua lingerie. Il made in Italy si vede dai tessuti utilizzati che vanno esclusivamente lavati a mano tenendo conto che cloro e solari possono rovinare i capi. La scelta per quest'anno è sempre più difficile e mi sono rivolta al loro call center per farmi consigliare sia per le taglie sia per il tessuto da utilizzare. Mi hanno cosi inviato un loro capo e devo dire di essermi meravigliata per il tessuto di cui è composto e per la mancanza al tatto di quella plastica che di solito viene utilizzata per i costumi da bagno. L'unica nota negativa sulla scelta è il colore ma è una questione di gusti e anche di età perche indossato da una ragazza di diciotto anni fa la sua bella figura durante un happy hour sulla spiaggia tra mojito e danze sudamericane. E siccome io l'happy hour o il viaggetto sull'isola deserta con il mio uomo non me lo posso permettere, ho steso il mio telo mare in salone e mi sono cosparsa di crema solare passando un pomeriggio a leggere Vanity Fair facendo finta di essere al mare ... Buon viaggio con la fantasia a tutte 






Per chi volesse fare shopping in attesa del caldo i riferimenti di questa società sono tanti e vi lascio i canali per poterli contattarli o per spendere qualche eurino