Un buon minestone | I viaggi di Ciopilla I viaggi di Ciopilla - Food and Travel blog

venerdì 29 novembre 2013

Un buon minestone

Con l'arrivo dell'inverno e l'abbassarsi delle temperature le mie abitudini da casalinga in cucina cambiano radicalmente. La cucina emiliana di cui sono una fan accanita oltre che esserlo come provenienza geografica, propone piatti calorici per sopperire alle giornate di freddo e umido che andiamo ad affrontare. Oggi è stata una giornata fredda - il cruscotto della macchina mi dava meno due gradi alle otto della mattina - con la conseguenza che a tavola la voglia di mangiare qualcosa di caldo, aumenta con l'abbassarsi della temperatura esterna. Sono alcuni anni che mi rivolgo per alcune pietanze al mondo dei surgelati avendo trovato nella mia città una nota marca di supermercati del gelo che offre oltre al pesce surgelato, prodotti pronti all'uso con un basso impatto ambientale nell'imballaggio e nella confezione oltre che la possibilità di scegliere il quantitativo di alimenti da comperare. Nel mio freezer di conseguenza non mancano mai sacchettini di minestrone di tutti i tipi: cereali, solo verdure o cereali e verdure. Complice i prodotti della Grok sono partita a preparare un bel minestrone caldo di verdurine miste metà frullato - altrimenti Pippo non lo mangia - e per metà intero, un filetto di olio e al posto del grana o parmigiano, ho messo le grokkanti delizie cotte al forno gusto classico. Posso essere sincera che non conoscevo il sapore deciso di Grok fino a quando non l'ho assaggiato ieri nel panino - ho postato una bruttissima foto sul profilo di facebook ma niente di eccezionale direi - rimanendo affascinata dal retrogusto che insaporisce tutto ciò che incontra ma soprattutto: cos'è Grok?
E' una idea nata dal connubio di mischiare i valori nutrizionali con il creare uno snack facile da utilizzare anche nei momenti più frenetici della giornata dove la pausa è impensabile. La particolarità di Grok è la sua cottura al forno, non è fritto e friabile al punto giusto. Può essere mangiato da solo o in compagnia di piatti elaborati o semplici a seconda del proprio gusto. Non sono qui a decantare gli aspetti aziendali che hanno portato alla creazione di Grok né tantomeno mi metto a raccontarvi dell'azienda che lo produce perché la si può facilmente leggere nel loro sito colorato o interagendo su facebook alla loro pagina ma mi piace sottolineare che è un prodotto a base di latte scremato come nella migliore tradizione emiliana per la produzione del grana padano. 
Scrivendo non mi sono accorta dell'ora tarda e le due pesti reclamano la mia presenza. 




Minestrone caldo con pasta risoni, aggiunta di olio extravergine di oliva e croccante grok