venerdì 29 luglio 2016

Chiuso per ferie

Nei prossimi giorni mi prenderò una piccola ‪#‎vacanza‬. Il marito in ferie, i bimbi a casa da scuola e la voglia di ‪#‎svago‬ che si fa sentire insieme alla voglia di ‪#‎viaggiare‬. Ho bisogno di staccare dalla rete. Ho bisogno di entrare nel mondo reale, scoprendone le sue infinite varietà e sfumature. A tutti voi - viaggiatori di questo mio mondo - vi auguro di passare un agosto all'insegna del riposo, del divertimento sfrenato con la promessa di un ritorno pieno di tanti racconti, esperienze di viaggio e gastronomiche. 

Sabrina



martedì 26 luglio 2016

Spaghetti di zucchine con polpette al curry e curcuma





Ricetta veloce per questo martedì di fine luglio partendo con gli ingredienti: 3 zucchine di media grandezza, 500g polpettine di bovino Amica Natura Alcass, 1/2 cipolla, 1/2 bicchiere di birra bionda, sale, curry e curcuma in polvere q.b. Olio di oliva extravergine q.b e una padella tipo wok da utilizzare per una procedura veloce. 

La preparazione di questo piatto che può essere gustato anche freddo è facilissima e soprattutto è velocissima: lavare e pulire le zucchine dalle estremità. Utilizzando un cutter apposito per la forma a julienne, creare cosi degli spaghetti che andremo a saltare in padella con un goccio di olio di oliva, la cipolla precedentemente tritata grossolanamente e rosolata con un mezzo bicchiere di birra bionda. Salate e aggiungete un pizzico di curry e curcuma in polvere una volta che la birra ha sfumato il suo potere alcolico. Aggiungete a metà cottura le polpettine di bovino di Amica Natura Alcass che si possono utilizzare direttamente dal freezer, senza essere scongelate e lasciate cuocere per circa 8/10 minuti. Servire caldo ma anche freddo il piatto. E buon appetito viaggiatori 




lunedì 25 luglio 2016

Melone ripieno di macedonia al limoncello e pistacchi

Frutta ne abbiamo? Direi di si a questo punto: meloni, banane, mele, albicocche e pesche nettarine e che grazie all'aggiunta di qualche pistacchio intero, diventerà una gustosa macedonia che tanto piace soprattutto ai bimbi. 



Ringraziando l'azienda Snips per aver creato un vero alleato per riporre la frutta in frigorifero quando i contenitori appositi sono occupati, mi accingo a preparare una dolce e fresca macedonia con tutta la frutta a mia disposizione. Il primo passaggio è quello di sbucciare, tagliare e irrorare di limone le banane che hanno la brutta abitudine di divenire subito nere, appena vengono aperte. Successivamente mi dedico alle pesche - a me piacciono moltissimo le noci ma al mercato del contadino avevano in offerta anche le pesche nettarine, quelle bianche per capirci - e dopo averle lavate, tagliate a fettine di media grandezza le ho riposte in una ciotola che le potesse contenere fino al momento in cui il resto della frutta fosse pronta. Per rendere la macedonia croccante ho voluto appositamente tenere la buccia delle pesche. Mele e albicocche lavate, sbucciate e tagliate pronte per accompagnare le pesche e le banane sono il passaggio successivo. A questo punto mi dedico al melone che oltre che divenire un ingrediente per questa macedonia croccante, avrà il compito di contenimento. Un idea molto anni 80 che però fa sempre il suo effetto in tavola oltre che approfittare del succo del melone che si va a formare dopo alcune ore di frigorifero. Servendomi di un coltello affilato e di un cucchiaio, vado a tagliare la parte superiore del melone e a svuotarlo per poi togliere la sua polpa che andrò a tagliuzzare cosi da aggiungerla al resto della frutta. Zucchero e limone completano la macedonia che è cosi pronta per essere contenuta nel melone svuotato e che andrà a riposarsi per almeno un paio di ore in frigorifero. 

Ovviamente questa è la ricetta per i bimbi mentre per noi adulti al posto del limone e su consiglio di una amica, abiamo aggiunto un bicchierino di limoncello che ha dato alla frutta quel tocco in più per rendere la serata più allegra. A piacimento - ma vi assicuro che una volta che lo avrete fatto non mollerete più questa idea - aggiungere una manciata di pistacchio prima di servire la vostra macedonia. Pistacchio che viene ovviamente da Bronte e da una azienda Sciara che ogni giorno è una scoperta di sapori e di gusto. 








E gnammeeeee! Alla prossima viaggiatori !! 

mercoledì 20 luglio 2016

Insalata di zucchine, melone, feta greca e gamberetti in olio EVO al limone

Caldo! Caldo! Tanto caldo! Che brutto direte voi. Che bello dico io! Adoro il caldo! Vivrei attaccata a un termosifone in inverno e avere il caldo sulla pelle in estate mi rende libera di viaggiare, muovermi e sentirmi viva. Purtroppo il mio corpo (come penso il vostro!) non la pensa ugualmente e tra pressione bassa, stomaco che si chiude la sofferenza è alle porte dell'estate, portandomi spesso a sorseggiare frullati di frutta freschi e null'altro. Bisogna però mangiare, introdurre liquidi anche con le pietanze ma soprattutto bisogna cucinare senza accendere forno e fornelli per non soffrire ulteriormente della calura estiva (oltre che risparmiare in energia elettrica già sottoposta a sforzi disumani con il ventilatore!). Un idea semplice e veloce in casa sono le insalate ed ospite di eccezione di questa fresca pietanza è un Olio extravergine di oliva aromatizzato al limone distribuito da Teatro del Gusto, un nome e una garanzia per chi adora circondarsi di ottimi prodotti sfusi come oli, aceti balsamici, liquori e distillati. Vediamo insieme questa ricetta veloce e gustosa allo stesso tempo: insalata di zucchine, melone, feta greca e gamberetti in olio al limone  






Ingredienti per due persone: 1 melone retato, 2 zucchine verdi di media grandezza, 80/100 g di feta greca, 100 g di gamberetti sgusciati freschi, Olio extravergine d'oliva aromatizzato al Limone Teatro del Gusto, 1 rametto di timo,sale e pepe a piacere. 

Preparazione: scottare leggermente in pochissima acqua salata i gamberetti per circa cinque minuti e lasciarli raffreddare dopo averli scolati, aggiungendo una manciata di timo e di pepe con un goccio di olio di oliva extravergine al limone. Nel mentre i nostri gamberetti raggiungono la temperatura ambiente andiamo a lavare e pulire dalle estremità le zucchine. Utilizzando un pela patate togliamo e mettiamo nella insalatiera la buccia verde e tagliamo con una grattugia il resto della zucchina creando così dei piccoli pezzi. Puliamo il melone togliendo i semi al suo interno e la buccia esterna, tagliando a piccoli pezzettini che aggiungeremo alla zucchina precedentemente tagliata. Saliamo con un pizzico di sale e prepariamo la feta greca. A me piace tagliarla con le mani ma potete utilizzare anche un coltello cercando di dare la stessa grandezza con cui avete tagliato i pezzetti del melone e aggiungetela insieme ai gamberetti ormai raffreddati, nella insalatiera. Un pizzico di sale, un pizzico di pepe a piacere e l'olio al limone come ultimo condimento. Girate e servite fresca fresca sulla vostra tavola. 





Ringraziando Teatro del Gusto per avermi dato l'opportunità di scoprire il mondo dell'olio e di tantissimi altri prodotti dell'eccellenza nel formato sfuso (per essere sia ecologicamente sostenibili ma anche per avere ulteriore Sinfonia di Sapori)  vi lascio come solita fare il loro sito, augurandovi una serena e fresca giornata di fine luglio 
Alla prossima viaggiatori ^_^




lunedì 18 luglio 2016

Pensieri in libertà: scappo dalla città

E' da tempo che non scrivo un post senza inserire una ricetta o un percorso di viaggio, ma nelle ultime due settimane a causa dei lavori di ristrutturazione del condominio dove abito, ho preferito uscire dalla confusione causata dal battere incessante dei martelli e scappare al mare coi bimbi. Complice una amica che tiene casa presso i Lidi Comacchiesi, siamo stati benissimo e talmente bene è stata la mia pausa dalla città che ho lasciato la macchina fotografica nella valigia godendomi il momento di gioia dei miei bimbi. L'unica fotografia che ho voluto fare è questa che vi presento in questo insolito post e che raffigura l'ultimo giorno di vacanza al mare che ahimè è stato di brutto tempo ma che ha permesso di scoprire la natura in ogni sua sfumatura. 



venerdì 1 luglio 2016

Benvenuto Luglio

Benvenuto Luglio e 

ben arrivato periodo in cui devo staccare con il blog 

causa mancanza linea telefonica


Spero di tornare presto con voi! 


Sabrina







giovedì 30 giugno 2016

Ricciole di pasta sfoglia con pancetta piacentina

Luglio mese caldo ma soprattutto luglio è il mese del svuotiamo il frigo per sbrinarlo ad agosto. #Cosedacasalinga in modalità attivata ma cosa mi invento con tutto quello che si trova in freezer? Primo lavoro da fare è capire cosa contengono i vari sacchetti surgelati che ovviamente sono stati inseriti senza etichetta. Secondo passaggio e pensare alla massa informe che una volta scongelata potrà diventare un piatto gustoso e da proporre ai ragazzi nonostante la loro poca voglia di mangiare cibi elaborati. Terzo passaggio è mettersi davanti al forno e fare con lui una chiacchierata a quattro occhi! Bene! Tre azioni portate a termine e una ricetta super svuota frigo anzi direi svuota freezer pronta per voi: ricciole di pasta sfoglia con pancetta piacentina ! 





Per produrre questa ricetta basta solo e dico solo un rotolo di pasta sfoglia rettangolare e un forno caldo a 160 gradi, il resto è solo questione di manualità. Stendete la pasta sfoglia su un tagliere e lasciatela riposare per una mezzoretta - se questa è congelata tiratela fuori dal freezer alcune ore prima e lasciatela scongelare fino a quando non si è ammorbidita - Tagliando delle strisce di circa tre dita dalla parte lunga della pasta, tiratele delicatamente per far si che si allunghi ulteriormente e piegatele in due parti. Tenendo con la mano sinistra la pasta sul tagliere con la mano destra attorcigliatela per unire le due estremità creando. Chiudete con una leggera pressione e infornate per circa 10 minuti fino a quando non sia dorata in superficie e giratela per altri 10 minuti. 


Avendo in frigo - ve l'ho già detto che lo sto svuotando? - un pezzo di piacevolissima pancetta piacentina che non si poteva tagliare fine senza la macchina apposita ho pensato di utilizzare le ricciole appena sfornate come contenitori di questo salume e renderlo un finger food o un aperitivo sfizioso che ho voluto accompagnare con una Bibita Bio alla Cola e Aranciata di Acqua Levico. 

Ahhh dimenticavo: da noi - a Ferrara - la ricciola è la pasta salata che prendiamo al bar al mattino! E che è una delle migliori paste che abbia mai assaggiato in vita mia! 

Alla prossima viaggiatori 


Sabrina