mercoledì 21 settembre 2016

Banana bread senza burro con riduzione di Aceto Balsamico di Ciliegie

Ventun settembre e per il calendario prima giornata di autunno. Sarà la giornata autunnale causata da pioggia con tuoni e lampi ma mi è venuta voglia di sistemare la dispensa. Quanti pacchetti aperti e buttati sul fondo in attesa di trovare un suo simile che abbia almeno una caratteristica in comune. Più o meno come i calzini spaiati che giacciano in un cassetto nella vana speranza di trovare il compagno. E così abbiamo venti tipologie di pasta con differente cottura ma soprattutto le tipologie più disparate di farine sia per preparazioni dolci che salate. E perchè non provare a unirle? L'integrale avrà da ridire con la OO che accompagnerà la amica 0? Oppure .. ma proviamo! Alla fine cosa ci costa tentare un esperimento? Un grazie dai pacchetti di farina buttati in fondo alla dispensa che finalmente sono liberi di esprimere il loro valore 

Banana bread senza burro con riduzione di Aceto Balsamico di Ciliegia pronto per essere assaggiato e gustato da noi e ... da voi! 



Ingredienti: 100 g di farina integrale, 100 g di farina 00, 2 banane mature, 1/2 bustina di lievito vanigliato, 1 uovo, 80 g di zucchero di canna, 50 g di olio di Oliva extravergine. Per la riduzione dell'aceto balsamico: 4 cucchiai di miele e due cucchiai di Aceto Balsamico di Ciliegia Teatro del Gusto. A piacere cannella e chiodi di garofano. 

Preparazione: schiacciare le banane con una forchetta. Unire l'uovo lo zucchero e l'olio Evo mescolando con una frusta (meglio utilizzare la planetaria se l'avete!) Aggiungere le farine setacciate e il lievito continuando a mescolare. Versate il composto in una placca da plum cake ricoperta con della carta da forno e riponete a 180° per circa un ora. Aggiustate la cottura se vedete che lo stecchino che andrete a utilizzare per vedere se è cotto rimane umido. Aumentate il tempo ma non la temperatura. Lasciate raffreddare e procedete alla riduzione dell'aceto balsamico. 

In un pentolino versate il miele e l'aceto balsamico girando con un cucchiaio dopo aver acceso il fuoco prima alto e poi abbassandolo appena si forma la schiuma. Aggiungete una stecca di cannella e qualche chiodo di garofano - a piacere - togliendo dopo pochi minuti. Cuocete il composto per tre minuti circa e lasciate raffreddare. 

Tagliate il Banana Bread a fette e lasciate cadere la riduzione di aceto balsamico sopra aiutandovi con un cucchiaino. 




Per questa ricetta ho utilizzato un prodotto acquistato presso lo store di Teatro del Gusto, il quale consiglia di utilizzare questo prodotto su insalate di frutta e verdura, piatti a base di pesce e carni bianche per la particolarità delle note fresche e fruttate che l'aceto Balsamico di Ciliegia dona come accompagnamento. Noi abbiamo voluto osare e devo dire che l'abbinamento in sè viene apprezzato dal nostro palato e dalle papille gustative mattutine. 




Come potete osservare la ricetta che vi ho proposto è alla fine sia un svuota dispensa che un svuota frigo ma vi voglio lasciare anche una dritta che ho scoperto da poco: spesso capita di non avere le uova. Al posto di un uovo potete mettere mezza banana che lega alla stessa maniera e da il giusto sapore alla vostra creazione in cucina. 

Alla prossima viaggiatori

Sabrina










martedì 20 settembre 2016

Tartare di salmone affumicato e composta di baby Kiwi Nergi

Amici all'improvviso a cena ? Amica in difficoltà con il primo appuntamento? Nessun problema bastano due fette di pane, due fette di salmone affumicato, qualche noce di burro e un ottimo frullato con il baby kiwi Nergi e il gioco è fatto! La tartare di salmone affumicato e la composta di baby kiwi Nergi è pronta per una serata in compagnia o anche semplicemente per uno sfizio di gola. 








Ingredienti per due persone: 4 fette di pane in cassetta (pane da toast), 2 fette di salmone affumicato, 6/8 baby Kiwi Nergi, 1 pizzico di sale, Olio Evo q.b. 1 noce di burro salato.

Preparazione: lavate e tagliate a pezzetti i baby Kiwi andandoli a frullare con un pizzico di sale e un goccino di olio Evo. Tagliate le fette di pane da toast nella forma che più vi aggrada, io ho scelto un fiore e grigliatele per qualche minuto su una piastra o su una padella calda. Versate in un piatto un paio di cucchiai di frullato al kiwi e ponete sopra la fetta di pane abbrustolito dopo averne passato un filo di burro salato. Spezzettate anche con le mani il salmone affumicato e per decorazione un altro fiore con il pane a sua volta abbrustolito. Una fetta di Nergi completerà il nostro finger food.




Alla prossima ricetta :) 

Sabrina 



lunedì 19 settembre 2016

Tiramisù con crema pasticcera (senza uova) e baby kiwi Nergi

Oggi la ricetta è dolce dolce ma soprattutto ha un ospite di eccezione: il mini kiwi Nergi  una novità in casa e in cucina ma soprattutto una novità di gusto per il nostro palato. La ricetta che oggi vi presento è un tiramisù con crema pasticcera (senza uova) e Nergi 
E se siete curiosi di scoprire il mondo Nergi potete visitare il sito, la pagina ufficiale su Facebook oppure buttarvi nel mondo della fotografia su Instagram









Ingredienti: 250 g di biscotti secchi, 10 mini kiwi Nergi, 250 g crema pasticcera senza uova*  3/4 cucchiai di cocco in polvere, zucchero q.b. 

*Per la crema pasticcera senza uova serviranno 500 ml di latte, 150 g di zucchero semolato, 40 g di farina 00, 40 g di fecola di patate, 1 bustina di vanillina.

Preparazione crema pasticcera senza uova: setacciare la farina e la fecola. Unire lo zucchero, la vanillina stemperando con una forchetta mentre si aggiunge lentamente il latte. Trasferire il composto liquido sul fuoco a temperatura bassa continuando a mescolare con un cucchiaino così da non creare i grumi e lasciar cuocere per dieci minuti fino al completa rassodamento della crema. Passare la crema in una ciotola (perchè non si crei uno scompenso termico passate la ciotola nell'acqua prima di aggiungere la crema calda) e coprire della pellicola da alimento per evitare che si formi la crosticina superficiale. In frigo per un paio di ore. 

Passate le due ore di riposo che la crema necessita per raffreddarsi, procedete a pulire e a tagliare a pezzetti i mini kiwi Nergi che andrete a frullare. Se il kiwi è aspro potete aggiungere due o tre cucchiaini di zucchero, a seconda del piacere personale. 
A questo punto avete tutti gli ingredienti per procedere alla realizzazione del tiramisù: stendete un velo di frullato di kiwi nel piatto o nel recipiente che avete in mente di usare come contenitore. Sovrapponete i biscotti e un altro velo di frullato. Spalmate la crema e procedete fino a creare tre/quattro strati. A scelta potete finire con la crema o con il frullato di kiwi. Spolverate con il cocco in polvere e decorate con il Nergi a fettine. 

In frigo per un oretta e il tiramisù alla frutta senza uova è pronto per essere mangiato! 


Come sempre vi saluto sperando che questa mia ultima ricetta vi sia di gradimento e un grazie speciale a chi passa sul blog lasciando un commento, un saluto

Sabrina 





giovedì 15 settembre 2016

Mezze penne con patate, fagiolini e cipolla

E l'inizio della scuola in Emilia Romagna è arrivato! Un augurio a tutti i bimbi che affronteranno il loro primo giorno di scuola, agli scolari che affronteranno gli esami e agli alunni della terra di mezzo, quelli che faranno il doppio della fatica per arrivare ai traguardi prefissati negli anni a venire. In bocca al lupo a tutti voi e una pacca sulle spalle ai genitori che dovranno affrontare corse, faticosi "alzati che è ora di andare a scuola" e un bel "hai preso la merenda?" ma soprattutto per chi come me ha il figlio grande che torna a pranzo  in orari assurdi creare il piatto giusto da offrire prima che rimettano la testa sui libri. Un piatto che deve essere ricco di energia ma gustoso allo stesso tempo e che possa dare loro il senso di casa dopo una giornata passata a scuola. E una idea ve la propongo io per pranzo: mezze penne con patate, fagiolini e cipolla 






Ingredienti per due porzioni: mezza cipolla rossa, 2 patate lesse, 10/15 fagiolini o tegolini lessi, 80 g di pasta a testa circa, 1/2 bicchiere di birra bionda, olio Evo, sale pepe q.b. e spolverata di parmigiano reggiano. 

Preparazione: Far bollire l'acqua per la cottura della pasta e nel frattempo - partendo dalla considerazione che abbiamo già pronto sia i fagiolini che le patate ben lessate e morbide - facciamo soffriggere la cipolla rossa dopo averla tagliata grossolanamente in una padella con un filo di olio di oliva extravergine. Aggiungete la birra lasciando sfumare e successivamente aggiungete sia i fagiolini che le patate aggiustandoli di sale. Scolate la pasta che nel frattempo si è cotta - sempre al dente mi raccomando - e saltatela in padella con i fagiolini, le patate e la cipolla aggiungendo un pizzico di pepe (sempre a piacere!) e una bella spolverata di parmigiano reggiano tagliato a listarelle.

E il piatto (direi quasi uno svuotafrigo) per questo primo giorno di scuola è pronto da servire agli scolari super affamati e con la mente alle vacanze appena trascorse 


Alla prossima viaggiatori 


mercoledì 14 settembre 2016

Novità in casa Pure Stagioni e le sue fresche conserve

Vi ho parlato spesso della mia esperienza gastronomica con Pure Stagioni e le sue conserve. Ed oggi vi voglio lasciare un informazione diversa dal solito ma sempre interessante da tenere a mente. Nei prossimi mesi - il brand di conserve destinate al mercato del lusso alimentare, ha avviato una nuova campagna produttiva annata 2016 con la confezione ad apertura semplificata che dall'essere a pressione è diventata a vite. Una apertura sicuramente più veloce ed una soluzione che permette al brand Pure Stagioni di mantenere inalterato lo charme del pack in alluminio e di rafforzare la qualità del prodotto. La nuova apertura, molto apprezzata dagli influencer coinvolti, è adesso alla conquista dei foodies con la disponibilità di acquisto a partire da ottobre. 



venerdì 9 settembre 2016

Hamburger dolci con crema al mascarpone e pistacchio con cioccolato fuso

E arriva quel momento della giornata - dopo che hai corso come una matta in giro per la casa o per uffici - che ti sale una fame atroce ma in frigorifero trovi una confezione di latte aperta da giorni, un contenitore con un inguardabile sugo che gli fa compagnia la muffetta bianca e ti assale lo sconforto. Che cosa mangio che non sia quella confezione di crackers aperti da una settimana? Hai voglia di dolce ? Hai voglia di salato? Quasi quasi mi faccio un hamburger dolce!!






Vediamo insieme la ricetta: ingredienti per il biscotto (circa 12 biscotti): 2 uovaa temperatura ambiente, 100 g di farina 00, 70 g di zucchero semolato, 40 g di lievito vanigliato. 
Ingredienti per il ripieno e decorazioni: 125 g di mascarpone, 125 g di Crema al Pistacchio Sciara , 40 g di cioccolato fondente e 10 g di cioccolato al latte, 1/2 bicchiere di latte


Preparazione per i biscotti: in una ciotola sbattere le uova e aggiungere poco alla volta lo zucchero. Utilizzando una frusta - è adatta soprattutto la planetaria per questo procedimento - sbattete le uova per circa dieci minuti creando così un composto spumoso e dall'aspetto chiaro. 
Setacciare sia la farina che il lievito vanigliato ed aggiungerli al composto mescolando con una cucchiarella dal basso verso l'alto. Accendere il forno a 190° e ricoprire una teglia da forno con la carta apposita. Servendovi di una sac a poche o di un cucchiaio, create dei dischi della stessa grandezza, tenendo una distanza di qualche centimetro in quanto con il calore si allargheranno. In forno per 20 minuti a 190° fino a quando non saranno ben tostati e rassodati. Lasciarli raffreddare prima di procedere a riempirli e decorarli. 


Nel frattempo che i biscotti prendano colore possiamo dedicarci al ripieno che non è altro che 125 g di mascarpone unito a una crema di pistacchi in egual misura, ben mescolato e senza aggiungere null'altro.. Utilizzando poi una spatola o un cucchiaio spalmare la crema in ogni biscotto e richiudere come se fosse un panino.

La decorazione di questi biscotti è facilissima: in un pentolino fate sciogliere il cioccolato con un goccio di latte mescolando sempre per non bruciare e aggiungere piano piano il latte appena si rassoda. Decorare a piacere appena il cioccolato si è leggermente raffreddato (altrimenti vi ustionate) e riporre i nostri hamburger dolci per una mezzoretta in frigo. Papparli in un sol boccone!





giovedì 8 settembre 2016

Ferrara Balloons Festival : le mongolfiere volano sul cielo della città estense

E da domani - 9 settembre 2016 - tutti con il naso all'insù. Ovunque tu sia - in casa o in centro - all'improvviso verrai attirato da un rumore. Un soffio che ti porterà a smettere qualsiasi cosa tu stia facendo, per assistere al volo delle più belle e simpatiche mongolfiere che parteciperanno all'edizione ferrarese denominata Balloons Festival. 

Siamo oramai arrivati alla XII edizione che si terrà come tutti gli anni nell'oasi verde del parco Urbano intitolato a Giorgio Bassani, a Ferrara. Pochissimi passi che separano il parco al centro storico dove ben venti equipaggi provenienti da tutto il mondo solcheranno il cielo della città estense a bordo delle classiche mongolfiere dalle forme particolari. 

Ci saranno anche tantissimi eventi collegati alla manifestazione che piace sia ai bimbi che agli adulti, tra cui le esibizioni delle più rinomate scuole di ballo o di attività sportive della città, la partecipazione della Aeronautica Militare e tantissime bancarelle di prodotti alimentari e non ... E tanto tanto altro ancora!

E allora .. tutti con il naso all'insù! Seguendo la pagina facebook della manifestazione cliccando QUI

                                       ©SabrinaBalugani ogni riproduzione è vietata
                              ©SabrinaBalugani ogni riproduzione è vietata