venerdì 24 marzo 2017

Melanzane in carrozza ripene ai peperoncini Aji Amarillo grigliati

Melanzane in carrozza ripiene ai peperoncini Aji Amarillo grigliati può essere considerata la ricetta ideale per chi ama alla follia le melanzane ma è stanca della solita parmigiana. Prendiamo poi in considerazione che al suo interno ho voluto esagerare riempiendole con i peperoncini grigliati Aji Amarillo e di friggerle invece che cuocerle al forno, che il gioco della pazzia gastronomica è iniziato al meglio ma che ogni tanto si può fare senza avere dei sensi di colpa. A questo punto la domanda nasce spontanea: ma i peperoncini Aji Amarillo grigliati dove li hai tirati fuori? Semplice e facile risposta: FoodBox Amanti Piccanti di FoodSouvenirs ovvero quando l'eccellenza italiana di piccoli produttori locali creano il meglio della eccellenza gastronomica  in una scatola che fa anche arredamento.  Ma prima di passare a parlarvi di questa particolare FoodBox vorrei raccontarvi di come tre ragazzi abbiano creato in pochissimo tempo, una startup totalmente rivoluzionaria dando il nome di FoodSouvenirs. Evito di raccontarvi la loro storia che potete trovare sul sito ufficiale e vorrei invece focalizzare l'attenzione sull'idea in sè di creare tante piccole box regalo che oltre ad avere al loro interno solo ed esclusivamente prodotti locali e ben selezionati, è anche esteticamente un prodotto di design e arredamento da utilizzare a proprio piacere. Scegliendo la propria box - ce ne sono tantissime come il Cubuono, i cestini o  i cassetti - si possono inserire prodotti a piacere scegliendone il tema di fondo come ad esempio la collezione Picnic oppure Birra o Romagna in poesia giusto per citarne alcuni! 

#Foodlovers e #foodsouvenirs

E veniamo alla box Amanti Piccanti in Cubuono con decorazioni Shabby che potete osservare nelle fotografie qui sopra pubblicate, che contiene tre diverse varietà di peperoncino come  Aji Amarillo che troverete nella ricetta, il famoso Habanero Rosso e il Viagra del Cile (maliziosi! Cosa pensavate che fosse?) nelle diverse preparazioni in salsa, confettura e sottolio della Società Agricola Alba di Bellaria Igea Marina. Una azienda che da vent'anni è specializzata fra i vivai di Alba e che è riuscita a realizzare con la passione per i peperoncini, una produzione di prodotti gastronomici di alta qualità con l'utilizzo di ingredienti semplici, certificati Bio e Vegan, senza glutine. 
Bando alle chiacchiere e vediamo come abbiamo realizzato le Melanzane in carrozza ripiene ai peperoncini Aji Amarillo grigliati e successivamente come ho utilizzato al momento la scatola Cubuono che conteneva i peperoncini.

Peperoncini Aji Amarillo grigliati

Peperoncini Aji Amarillo grigliati



  • Ingredienti: 1 melanzana di medie dimensioni, 10/12 peperoncini Aji Amarillo grigliati (FoodBox Amanti Piccanti FoodSouvenirs), 2 uova, pangrattato e farina q.b. (circa 2-3 pugni ognuno), pizzico di sale e Olio Evo per friggere.
  • Preparazione: puliamo e tagliamo le estremità della melanzana andando a creare delle fette sottili cercando di renderle tutte della stessa grandezza. 
  • Prepariamo tre piatti e inseriamo in ognuno di loro: pangrattato, farina 00 e un uovo leggermente sbattuto con una forchetta ed aggiungiamo a quest'ultimo un pizzico di sale
  • Cercando di prendere due fette di melanzana uguale andiamo a inserire un peperoncino grigliato al suo interno come se fosse un panino
  • Passiamo il nostro panino prima nell'uovo sbattuto leggermente poi nella farina, ancora nell'uovo e per ultimo nel pangrattato
  • Procediamo così fino al completamento delle fette di melanzana che abbiamo tagliato
  • In una padella antiaderente andiamo a portare in ebollizione l'olio Evo e facciamo la prova con un pizzico di pangrattato per vedere se l'olio ha raggiunto la temperatura ideale per friggere
  • Procediamo con la frittura di ogni singola melanzana ripiena e facciamo dorare prima da una parte e poi dall'altra andando a scolare dall'olio ed asciugando nella carta assorbente da cucina
  • In caso le melanzane non siano ben unite fra di loro e rischiano di aprirsi in due parti facendo fuoriuscire i peperoncini, si possono utilizzare degli stecchini da spiedini o degli stuzzicadenti durante la frittura per poi toglierli al momento in cui vengono serviti 

Siamo giunti alla fine di questa presentazione e a gran fatica perchè oggi in particolare la piattaforma che ospita il blog - Blogger - sta avendo tantissimi problemi di visualizzazioni font di scrittura e allineamento delle frasi. Se vedete tutto storto non è colpa vostra ma di Blogger che sta facendo scherzi in attesa del 1 Aprile ... 
Ahhh ma prima di lasciarvi ringraziando FoodSouvenirs per avermi dato l'opportunità di scoprire un vero e proprio angolo di Romagna con i suoi sapori locali realizzati dai Coltivatori del Gusto e avermi dato l'opportunità di riutilizzare la scatola che li conteneva, vi lascio un angolino della mia casa dove si realizzano le fotografie che vedete nel blog e che da alcuni giorni al posto del cavalletto, ha la collaborazione di Cubuono un vero e proprio Eco Design dai mille usi !


Alla prossima viaggiatori ^_^ 


Cubuono come cavalletto macchina fotografica







giovedì 23 marzo 2017

Hamburger alla Bismarck con patate alla paprica dolce

Hamburger alla Bismarck con patate alla paprica dolce è la ricetta che vi presento oggi e potrebbe essere una variante del più noto piatto prussiano che prevede l'utilizzo del filetto. Ricetta che prende il nome al Cancelliere Bismark che prediligeva le uova in ogni piatto sia di carne che di verdura creandone così negli anni le più disparate varianti ma noi non abbiamo bisogno di andare così lontano nel tempo. Ci fermiamo ai giorni nostri pensando a ciò che il frigo (in questo il freezer ci offre) e proviamo ad accostare le uova agli hamburger del più noto bovino nazionale. Hamburger proveniente dalla carne macinata facente parte del pacco famiglia di Bovì - Carne Genuina un servizio che in questi ultimi mesi vi ho presentato e che permette di acquistare carne bovina tracciata da allevatori certificati. Un pacco famiglia che contiene ben 10Kg di carne finemente assortita e divisa in pratiche confezioni ben equilibrate per l'uso quotidiano. E per creare gli hamburger ho utilizzato uno dei pacchetti sottovuoto di carne macinata - ogni pacco contiene circa 2 kg di questo formato - e con un piccolo trucco che ho osservato da mio nonno macellaio, il quale a casa non avendo la macchina per rendere tondi gli hamburger usava lo schiacciapatate. 
Ponendo un pezzo di carta forno sul fondo del cilindro dello schiacciapatate inserite la carne macinata e schiacciate delicatamente creando così i più famosi hamburger che si trovano in ogni banco di macelleria. Basta una leggera pressione con le dita nei buchi del cilindretto per far scivolare la nostra bistecca schiacciata ma se non disponete di questo strumento ma avete in casa un coppa pasta, potete ugualmente creare allo stesso modo ma schiacciando verso il basso con le dita e togliendo successivamente il coppa pasta lentamente. Veniamo allora alla ricetta del Hamburger alla Bismarck con patate alla paprica dolce incominciando a spellare le patate e a tagliarle per cuocerle al forno un oretta prima di servire l'Hamburger alla Bismarck. 



Hamburger alla Bismarck variante casalinga




  • Ingredienti per due persone: 80 g di macinato (a testa), 1 uovo (a testa), 1 noce di burro, 6/8 patate di media dimensione, 1 cucchiaino di paprica dolce, olio Evo e sale q.b. 

  • Preparazione: laviamo, puliamo e tagliamo a spicchi le patate ponendole in una teglia da forno e le andiamo a mescolare con un goccio di olio di oliva extravergine e un cucchiaino di paprica dolce. Al forno per 40/45 minuti a 200 gradi girandole di tanto in tanto con un cucchiaio di legno
  • Prepariamo gli hamburger utilizzando uno schiacciapatate dove avremo precedentemente inserito nel cilindro centrale, un pezzo di carta forno e con le mani leggermente bagnate, facciamo una polpetta che andremo a inserire nel cilindro. Schiacciamo senza premere troppo la carne e con una piccola pressione delle dita andiamo a sollevare dai buchi sotto il cilindro centrale, la carta con la carne che scivolerà lentamente verso l'esterno
  • Procediamo per tutto il macinato rimasto e andiamo a scaldare una padella antiaderente con la noce di burro che servirà per cuocere la nostra carne la quale andrà cotta girandola spesso e schiacciandola leggermente con una forchetta per far uscire il sangue che ne fuoriesce durante la cottura
  • Nel mentre gli hamburger arrivano a cottura ideale, procediamo con l'uovo che andremo ad aprire in una padella antiaderente leggermente riscaldata con un goccio di olio Evo o di burro a seconda del gusto personale
  • Hamburger e uova sono pronti assembliamo il tutto versando delicatamente l'uovo sull'hamburger dando un ulteriore riscaldata a fiamma moderata. 
  • Serviamo l'hamburger con le uova e una porzione di patate alla paprica



E con la ricetta degli Hamburger alla Bismarck con patate alla paprica dolce si conclude questo post ricordando che potete seguire tutte le attività sia food che travel anche sui canali social come facebook → qui oppure su instagram → qua


Buon appetito a tutti voi 


Sabrina 









Giornate FAI di Primavera: 25 e 26 marzo aperture straordinarie

Le Giornate FAI di Primavera sono eventi che aspetto ogni anno per poter visitare luoghi storici e culturali che per il resto dell'anno sono chiusi al pubblico. Quest'anno le Giornate FAI - ricorre il 25esimo anno - sono legate alla Primavera e saranno sabato 25 e domenica 26 coinvolgente 400 località in tutta Italia. Visitando il sito ufficiale si avrà la possibilità di trovare la location che in queste giornate sarà visitabile semplicemente con una ricerca guidata e utili informazioni saranno a disposizione dei visitatori sia per praticità come gli orari ma anche sulla importanza storica che si propone in queste giornate. Un'occasione unica per scoprire luoghi solitamente chiusi al pubblico e poter toccare con mano, quell'Italia che è un patrimonio universale e invidiato dal resto del mondo. Chiese, ville, borghi o castelli per ben 1000 luoghi aperti con visite a contributo libero in tutte le Regioni grazie all'impegno e all'entusiasmo dei volontari FAI. E non dimenticate la macchina fotografica! 


Giornate Fai di Primavera 2017




martedì 21 marzo 2017

Vol au vent alla crema di salame alle noci e pomodorini

Vol au vent alla crema di salame alle noci o semplicemente cestini di pasta sfoglia con salame alle noci e pomodorini. A dire il vero sono anni che vedo questi piccoli contenitori di ogni tipo di ingrediente possibile - sia salato che dolce - ma senza averne mai avuto il guizzo di provarli a fare in casa e dopo una ricerca velocissima sul canale video che conosciamo tutti, mi sono decisa a provarci anche io. Il punto non era solo creare i cestini piuttosto creare un ripieno che fosse gustoso e nello stesso che piacesse a tutti gli amici che si presentavano a casa un venerdì sera nel pre partita organizzato dal marito. E così grazie al Salame alle noci  Bernardini Gastone acquistato su Bottegheria - il vero e unico ritrovo di eccellenze della gastronomia italiana e del buon gusto in tavola - ho provato a creare una ricetta assolutamente mia ma che rispecchiasse soprattutto il mio gusto per dare maggiore piacere ai miei commensali. Ed ecco che ne esce la ricetta dei Vol au vent alla crema di salame alle noci e pomodorini.




  • Ingredienti per 4 cestini o per 8*: 1 rotolo di pasta sfoglia rotonda, 1/2 salame alle noci Bernardini Gastone, 80 g di ricotta pecora, 8/10 pomodorini ciliegina, 1 pz di paprica dolce, sale e olio Extravergine di Oliva q.b. 1 uovo
  • * A seconda della grandezza del coppapasta che si sceglie cambia il numero di cestini che ne escono da una confezione di pasta sfoglia

  • Preparazione: stendiamo il rotolo di pasta sfoglia alcuni minuti prima di procedere alla creazione dei cestini 
  • Accendiamo il forno a 180° con l'opzione calore da ambo le parti 
  • Con un coppa pasta rotondo andiamo a creare dodici dischetti di cui solo quattro andremo ad appoggiare su una placca da forno precedentemente ricoperta con l'apposita carta
  • Con una forchetta facciamo dei piccoli buchi e spennelliamo con l'uovo tutta la superficie dei quattro dischetti
  • Con un coppa pasta di diametro più piccolo, andiamo a creare nei restanti otto pezzi di pasta sfoglia altrettanti dischetti mettendo da parte la pasta rimanente per una ricetta futura (e che vi racconterò poi)
  • Aggiungiamo in ogni dischetto spennellato con l'uovo un secondo dischetto senza il suo centro, spennelliamo e andiamo ad aggiungere il secondo dischetto vuoto al centro
  • Procediamo in questo modo con tutti i restanti dischetti 
  • Informiamo a 180 gradi per circa 15 minuti  i nostri cestini  e lasciamo raffreddare prima di procedere con delicatezza nell'abbassare il centro dei cestini che con il calore si è alzato 
  • Nel mentre i cestini si siano raffreddati procediamo con il ripieno tagliando in fette sottili metà del Salame alle Noci - circa un 100 g - e andiamo a frullarlo insieme alla ricotta di pecora, i pomodorini precedentemente lavati e tagliati a loro volta in quattro pezzi, il pizzico di sale e la paprica dolce
  • Aggiungiamo solo in caso la ricotta di pecora sia troppo solida un goccio di olio di oliva extravergine che andrà ad amalgamare al meglio il ripieno
  • I cestini sono pronti per essere assemblati con il ripieno e lasciati riposare alcune ore prima di servirli

Bottegheria Salame alle nociIl nostro aperitivo pre partita è salvo grazie al gustoso Salame alle Noci Bernardini Gastone acquistato presso Bottegheria  che unito alla ricotta di pecora si sposa perfettamente in un mix di gusti ben bilanciati fra l'amore e il dolce ma che ne facciamo della pasta sfoglia rimanente? La risposta è semplice e facilissima: la utilizziamo creando dei piccoli panini da farcire con quello che vogliamo come ad esempio una fetta di salame, ricotta o formaggio spalmabile, un pomodorino. Il procedimento è lo stesso dei cestini ripieni: dopo aver creato i dischetti andiamo a fare dei piccoli buchi  con la forchetta e dopo averli spennellati con l'uovo mettiamoli al forno su una placca ricoperta di apposita carta per circa 15 minuti a 180 gradi. L'ideale è quello di farlo con i cestini durante la loro cottura. 






Alla prossima ricetta e non dimenticate che potete trovare tantissime ricette o consigli di viaggio anche sulla pagina di facebook cliccando proprio QUI 












Tiriamo le somme su il Salone delle vacanze per famiglia Children's Tour

Si conclude con questo post l'avventura da travel (mamma) blogger che ho vissuto in questi giorni presso la Fiera di Modena durante il Salone delle vacanze per famiglia Children's Tour. Vi avevo presentato la manifestazione nei giorni scorsi (troverete il pezzo cliccando qui) che ormai adolescente ha raggiunto il traguardo del suo 14esimo compleanno e che anche quest'anno per la terza settimana di marzo, ha accolto magnificamente tantissime attività sia turistiche che ludico ricreative, create appositamente su misura per un target famigliare. Mare, montagna, parchi naturali e divertimento ma anche città d'arte e cultura si sono riuniti all'interno degli stand della attrezzata Fiera di Modena per offrire una tre giorni all'insegna del turismo per famiglie. Il nostro viaggio ha inizio presso la biglietteria della Fiera, dove acquistando il biglietto con la tessera Conad si può usufruire di uno sconto sul biglietto adulti di 2 euro e presentandolo al momento della spesa presso i supermercati Conad, si può avere il rimborso dell'intero biglietto. Le sorprese non finiscono qui in quanto i bambini sotto i quattordici anni entrano gratis. E allora via a scoprire questo viaggio fra le proposte di divertimento o di relax che il Salone offre a tutti noi. Ovviamente non riuscirò a mostrarvi tutto tutto ma cercherò di darvi il meglio della nostra avventura presso il Children's Tour Salone delle Vacanze 0-14.


Campeggi di Italia e Europa
Il nostro primo incontro è con lo stand Camping.it che insieme a Happy Camp, offrono vacanze smart per gli amanti della natura e del vivere all'aria aperta. Informative e strutture sparse sia in Italia che in Europa con le migliore offerte fanno sfoggio dai colorati e divertenti depliant a disposizione dei visitatori mentre l'Associazione Campeggiatori di Italia, ci offre uno scorcio sulla normativa e i regolamenti per una perfetta vacanza in camper. 
Rimaniamo nella zona a sinistra del Salone incontrando lo Stand del Comune di Gubbio che attira tutta l'attenzione dei miei figli con una mostra sui giganti della Preistoria. In programmazione nei prossimi mesi - dal 1 aprile al 1 ottobre presso il Monastero di San Benedetto di Gubbio - con il "Progetto Dinosauri in Carne e Ossa" sarà ben visibile la storia di questi animali tanto amati dai bambini con le mostre Extinction e Godzilland: dal Mondo Perdut a Jurrasik Park. Proseguiamo oltre dopo aver accarezzato la testa di un dinosauro in bella mostra  e una lacrima di malinconia scende davanti ai poster che mostrano l'Irlanda presso lo stand di EF English First la quale propone (e devo dire a prezzi mooolto interessanti) un progetto rivolto alle famiglie per una vacanza studio a Dublino, dove a mettersi sui banchi di scuola sono anche i genitori. Una vera vacanza studio per tutta la famiglia, da vivere a 360 gradi. 

Non faccio in tempo a rimpiangere il viaggio di nozze in Irlanda che mia figlia incomincia a urlare che da grande vuole fare il pompiere, assomigliando molto al personaggio dei cartoni animati Grisù. Accontentarla è molto facile e ci pensano i volontari dei Vigili del Fuoco di Modena che grazie a Pompieropoli riescono a coinvolgere i bambini di tutte le età (e non solo ho visto anche mamme !) a diventare vigili del fuoco per un giorno. Scendi per il tubo, raggiungi il ponte traballante e salva il gattino sull'albero dopo aver spento un incendio (finto ovviamente), il divertimento si conclude con un bel diploma dove si attesta che si è diventati vigili per un giorno a Pompieropoli. E per aiutare i vigili del fuoco pensiamo quando andiamo a fare la Dichiarazione dei Redditi che basta veramente poco per aiutare i nostri unici e veri eroi nazionali donando il nostro 5permille. 


Vigli del fuoco di Modena


Salta di qua e salta di la anche la sicurezza è importante ed essendo il Salone per il turismo delle famiglie incentrato sul viaggio, non possono mancare i consigli pratici del 118 Pronto Soccorso di Modena che con una infarinatura sui rudimenti di primo soccorso insegna ai piccoli  come comportarsi in caso di incidente e ai grandi  come assicurarli al meglio quando si viaggia in auto e in camper. E se siete interessati a condividere la loro esperienza nelle scuole il servizio di infermieri del 118 hanno attivato corsi e informative da svolgere nelle scuole di ogni ordine e grado. 

118 Pronto Soccorso di Modena

Emilia Romagna


E molte sono le regioni rappresentate al Salone del turismo per famiglie, a partire dell'Emilia Romagna che si presenta con il progetto Vivi Parchi e Riviera dei Parchi - tra cui Mirabilandia, Aquafan e Italia in Miniatura  per arrivare alla vita all'aria aperta con le Saline di Cervia o la Casa delle Farfalle di Milano Marittima (ve ne ho parlato proprio QUI l'estate scorsa!) per citarne solo alcune. Sole e caldo sono prerogative della Regione Sicilia che porta in Fiera un interessante iniziativa per gli appassionati del trekking denominata Trek & Kids: sentieri familiari mentre la cultura è al centro delle proposte di Abruzzo Open Day.  Da fine maggio al 2 giugno l'edizione estiva con centinaia di eventi sul territorio per gli amanti sia degli appuntamenti enogastronomici ma anche culturali, sportivi, artistici e musicali. Il nostro tour per l'Italia non finisce qui e scopriamo tantissime novità nella zona del Gargano, del Cilento con l'associazione turistica Cilentomania o delle Marche che riunisce tutti gli operatori del settore della filiera marchigiana. Tanto e tanto ancora da scoprire grazie agli eventi e agli appuntamenti in programma che sono da spunto per una vacanza adatta al divertimento per i più piccoli e al completo relax per i genitori. E se ho dimenticato qualcuno me ne scuso in anticipo ....

Tende sospese per un campeggio sostenibile

I campeggi di Italia

Le case di Ridracoli

Pensate che io abbia finito? Assolutamente no! Anzi il divertimento per i bambini, dopo tanto parlare con gli operatori del settore per noi adulti , è appena iniziato. E allora via con il progetto presentato dalla Lipu per la stagione estiva 2017 chiamato  Scuola Estiva di Magia e Stregoneria di Hogwarts dove ad aspettare i piccoli apprendisti stregoni ci sarà una vera e propria scuola di magia ma se Harry Potter non è il vostro personaggio preferito, ci pensano le fatine Winx a stregarvi con i loro incantesimi oppure la coraggiosa Mia dell'omonima serie Tv. Ovviamente non può mancare lo sport che in questi anni fa da padrone presso il padiglione a lui dedicato in Fiera. Troviamo attività come la pallavolo con i corsi della Scuola di Pallavolo Anderlini che ha lo scopo di avvicinare i più giovani a questa disciplina nobile e dallo spirito educativo di alto livello oppure le attività all'aria aperta promesse da Cerwood - il più grande parco avventura di Italia - o da Esploraria con il suo percorso fra gli alberi. Pattinaggio su rotelle, mountain bike, scalate e l'arte della navigazione con corsi per imparare a fare i nodi marinari. Stanchi di tutto questo movimento ci fermiamo nella zona ristorazione per assaporare le gustose e calde Tigelle modenesi e prendendoti un caffè in uno dei bar attrezzati dei padiglioni. Ci fermiamo solo una attimo, solo il tempo per consumare comodi una bibita gasata e una tigella con rucola e stracchino per ripartire carichi di energia. Ci aspetta un altro giretto per osservare se abbiamo dimenticato qualcuno e reperire depliants per organizzare le nostre vacanze comodamente seduti sul divano di casa mentre scaldiamo i motori per partire. 


Esploraria: parco di divertimento

mountain bike: percorso in bicicletta


La nostra avventura per quest'anno si conclude qui e devo dire che l'esperienza vissuta è sempre emozionante anche dopo anni che ci rechiamo a Modena Fiera. A confronto degli altri anni si è puntato maggiormente sull'esperienza ludica ricreativa sia sportiva che culturale per far conoscere con mano le offerte dei maggiori tour operator o associazioni del settore. Ho apprezzato molto la mancanza per il secondo anno consecutivo dei gonfiabili che trovavo assolutamente fuori luogo nelle passate edizioni e che erano solo motivo di litigate con altri bambini non proprio educati. Perfetta come sempre l'organizzazione delle biglietterie e da quest'anno ancora più veloce la possibilità di consegnare da subito la Liberatoria - la quale si poteva scaricare tramite il sito - compilata e firmata. Documento che serve obbligatoriamente per partecipare alle attività e per la quale viene rilasciato un braccialetto con in bella vista il numero di telefono dei genitori in caso di allontanamento dei bambini.
E che dire che quando torni a casa e li osservi addormentati in macchina perchè sono cotti, sai che anche questa esperienza vissuta in famiglia è stata la scelta giusta? Grazie mille a Children's Tour il salone delle vacanze 0-14 e al prossimo anno segnandovi questo sito per rimanere sempre aggiornati sulle novità che vengono pubblicati ogni giorno dallo Staff della manifestazione: 

                                        www.childrenstour.it



Sabrina, Davide, Ciopi e Mattia 




lunedì 20 marzo 2017

Benvenuta primavera: fiorellini pop ripieni Nocciolata

20 marzo: benvenuta primavera. Leggermente in anticipo a livello metereologico di qualche settimana, sei arrivata oggi in una giornata totalmente noiosa e buia. Cielo coperto e un venticello fresco fresco che da tanto l'idea di essere a novembre più che a marzo siamo in attesa del colpo di coda dell'inverno, quindi sei totalmente perdonata (per il momento!). E la voglia di prati verdi, alberi in fiore e giornate all'aperto sotto il sole che riscalda (ma non troppo) è veramente tanta che la ricetta di oggi, te la voglio dedicare, cara la mia primavera. Una ricetta easy easy come direbbe una amica mia anglosassone e che anche i bimbi possono cimentarsi a farla. Basta solo procurarsi dei bastoncini da gelato o cake pop, uno stampo per biscotti a forma di fiore e della pasta sfoglia rettangolare e ovviamente il suo ripieno che deve essere gustoso, avvolgente come solo la Nocciolata di Rigoni di Asiago sa essere. E allora procediamo con questa ricetta che inaugura l'equinozio di Primavera con dei fiorellini pop ripieni di Nocciolata e scaglie di mandorle.


Nocciolata Rigoni di Asiago: fiorellini ripieni


Cake pop: fiori di pasta sfoglia


  • Occorrente: 1 stampo per biscotti a forma di fiore, 8 stecchi per cake cop o 4 stecchi da gelato, 1 foglio di carta forno, 1 stampo da forno ampio. 

  • Preparazione: stendere alcuni minuti prima la pasta sfoglia lasciandola respirare all'aria in maniera tale che diventi più morbida e maneggevole per la lavorazione. Con lo stampo dei biscotti  andiamo a creare i nostri fiori alla volta di quattro per quattro e aggiungiamo nei primi quattro, partendo dal centro lo stecchino che li sorreggerà una volta cotti e raffreddati. 
  • A seconda della grandezza dello stampo per biscotti - io ho scelto una grandezza media - aggiungete un altro stecchino se utilizzate quelli da cake pop perchè la pasta sfoglia gonfiandosi aumenterà il suo peso e rischierete di rompere il fiore durante l'assaggio. 
  • Se invece decidete di utilizzare lo stecco da gelato, il problema non si pone. 
  • Una volta aggiunto lo stecco, farcite con la Nocciolata ogni singolo fiore fino a completare i primi quattro. Chiudiamo con gli altri quattro fiori che abbiamo creato e premiamo leggermente ai lati perchè si attacchi bene bene.
  • Accendiamo il forno a 180 gradi e andiamo a spennellare con il rosso dell'uovo ogni singolo fiore dopo averli passati sulla carta forno riposta su una teglia grande da forno
  • Pioggia di mandarle spellate e a scaglie di Molino Bongiovanni come se piovesse a dirotto e in forno per 15 minuti circa.
  • Raffreddare prima di servire 


La semplicità di questi fiorellini pop ripieni è allarmante ma a volte mi piace dedicarmi con la mia bimba a piccoli lavoretti in cucina e partire dalle cose semplici è sempre uno dei miei punti di forza come mamma e come cuoca. Iniziamo dalla semplicità per far capire loro il complesso del mondo esterno così possono ancora meravigliarsi davanti all'infinito. Beh cari viaggiatori sono giunta al termine di questa ricetta e del mio sproloquio finale, con la voglia di sentire cosa ne pensiate di questi piccoli fiori tutti da sgranocchiare. 


Segui le ricette anche nella pagina facebook I viaggi di Ciopilla o su Instagram 




















giovedì 16 marzo 2017

Grand Hotel Liberty: una vacanza in assoluto comfort

Le vacanze di Pasqua si stanno lentamente avvicinando e con questa aria primaverile anticipata è facile cadere nella tentazione di sognare una vacanza rilassante ma soprattutto in assoluto comfort. La meta che stiamo valutando in questi giorni si trova sulle rive settentrionali del più grande lago d'Italia - il lago di Garda - che ci regala una delle perle del patrimonio turistico italiano Riva del Garda. Dominato dalle montagne circostanti il paesaggio offre a noi viaggiatori innumerevoli attività da fare all'aperto e immersi nella natura ma senza dover rinunciare alla scoperta della storia locale e della cultura che questa terra offre magnificamente ai suoi viaggiatori. Ci troviamo nella zona centrale del Garda Trentino dove il clima mediterraneo rende la vacanza ancora più appetibile per chi come noi - famiglia - cerca un connubio di relax unito ad attività ludico ricreative per i nostri bambini. Ricercando in rete la storia di questa zona accogliente troviamo tracce di personaggi illustri che ne facevano visita sovente ma soprattutto troviamo strutture alberghiere che offrono comfort e innovazione senza dimenticare la calda ospitalità famigliare che ne caratterizza da sempre questa parte di Italia. 


Riva del Garda
                                             [Foto dal sito www.italia.it]



E quando si parla di accoglienza subito mi è saltato all'occhio il Grand Hotel Liberty che della raffinatezza ed eleganza ne fa da padrona in questo meraviglioso angolo di Italia affacciandosi direttamente sul lago. Troviamo il Grand Hotel Liberty in un signorile palazzo dei primi del Novecento e con i suoi ampi saloni, il giardino con le zampillanti fontane che sembrano fermare il tempo. Innumerevoli sono le occasioni di completo relax che la struttura offre ai suoi ospiti tra cui la piscina all'aperto o il centro beauty al suo interno ma non finisce qui perchè per chi ama lo sport c'è la possibilità di usufruire della palestra o di nuotare nella piscina interna riscaldata. Sauna e bagno turco invece sono l'ideale per avere veri momenti di rilassamento magari degustando nel vicino centro benessere, tisane e frutta fresca. E le novità non finiscono qui perchè navigando nel loro elegante sito ho scoperto che è possibile praticare anche sport acquatici nella vicina spiaggia che dista solo 3 minuti a piedi o le escursioni in bike ma anche il Nord walking che tanto interessa a mio figlio grande. 


Grand Hotel Liberty



Sbirciando sul sito  con un pizzico di curiosità ho potuto notare che ultimamente le camere sono state ristrutturate e modernizzate per rendere ancora più confortevole il soggiorno dei suoi ospiti, trovando un posto perfetto per coccolarsi in una location raffinata ed elegante. L'idea che mi sono fatta di questo Hotel è sicuramente quello di avere in sè la prerogativa di accontentare tutte le tipologie di clienti, sia gli amanti del perfetto relax che quelli che invece cercano l'avventura. Una tipologia di struttura alberghiera che offre ai suoi ospiti innumerevoli servizi che si adattano perfettamente ad ogni esigenza e ogni piccolo capriccio che rende ancora più interessante la vacanza che si vuole affrontare. E che ne dite di sbirciare con me nelle loro confortevoli camere? Dai dai facciamo i curiosi e venite con me in un viaggio fotografico sulle nuove camere appena ristrutturate .





Grand Hotel Liberty: camere ristrutturate



Grand Hotel Liberty: camere moderne


Che ne dite andiamo? Beh un occhiata ulteriore al sito aumenterà ancora di più la voglia di una vacanza all'insegna del comfort in uno dei luoghi di Italia più amati dai turisti e da chi ha voglia di staccare la spina dalla quotidianità. E allora tutti in vacanza al Grand Hotel Liberty sulla rive del lago di Garda, a Riva del Garda .

A presto 

Sabrina 





Buzzoole